ladro belga e copia venetianblog
Barùfa perché ela non ghe la dà

A sentire i boletini de la polizia de Venezia speso vien da ridere.  Ieri matina in Via Castelana una dona straniera (Est Europa) gà ciamà al 113 perché la stava barufando col convivente, anca lu del’Est. Riva le volanti e acerta che ela ga 39 ani e lu 40 e a quanto pare i stava barufando perché la dona non voleva darghela al’omo. Mentre la mojere gera molto nervosa, i agenti se ga adoperà per riapacificare la copia. Robe da mati



Rumeno ruba la bici a un nigerian

Ale 13 in Via Piave un omo ga ciamà el 113 perché poco distante ghe gera due stranieri che barufava visin ai giardineti. Riva i agenti e i identifica un 17enne nigerian, che indicava un altro sogeto, poco distante, che el giorno prima el ghe gaveva ruba la bicicleta e per darghela indrio el voleva la strabiliante soma de 5 euri. I agenti gà quindi identificà el secondo (G.G. rumeno de 42 ani) che xè sta portà in questura e denuncià per furto agravàto e estorsione la bici xè sta riconsegnà al bociazza nigerian.


El ladro belga

Altro caso curioso, el ladro belga. Ale 18 e 20 ciama el 113 el responsabile del negozio Decathlon in via Don Luigi Peron. I agenti procede quindi a identificare un toso de 24 ani, iniziali V.S.M.L., belga, che gaveva tentà de ndar fora dal negozio con un contachilometri par bicicleta del valore de poco più de 50 euri. Anca questo denuncià per furto agravà.