Nell’Italia delle confusioni normative, dei corsi e dei ricorsi, si aprono delle pieghe insperate per i contribuenti, anche Veneti ovviamente. Avete ricevuto un avviso di accertamento da parte dell’Agenzia delle Entrate? Attenzione, potrebbe essere nullo. Non è uno scherzo. Centinaia di nomine dirigenziali dell’Agenzia delle Entrate sono state cancellate e quindi potrebbero esserlo anche i vostri accertamenti. A lanciare l’allarme, o meglio un grido di speranza per molti contribuenti è il Codacons. Una recente sentenza della Corte Costituzionale (37/2015) ha, infatti, stabilito l’illegittimità costituzionale delle norme che, negli anni, hanno permesso all’Agenzia la reiterazione e la proroga delle nomine fiduciarie dirigenziali conferite a funzionari e dirigenti senza che questi avessero superato il concorso pubblico previsto per legge. Quello che si configura come un pasticciaccio all’italiana potrebbe rivelarsi un toccasana per chi ha ricevuto accertamenti.
L’Agenzia delle Entrate ha attribuito negli ultimi anni la qualifica di dirigente a ben 767 funzionari che non hanno superato il concorso pubblico, così come previsto dalla normativa vigente.
Si tratta di 767 dirigenti nominati su un totale di 1143: oltre il 50 % di coloro che hanno ruolo dirigenziale all’interno dell’Agenzia delle Entrate, non hanno la qualifica per farlo.
Nel 2011, il Tar del Lazio annulla tali nomine dirigenziali ritenendole illegittime, poiché avvenute senza la espletazione di un concorso pubblico come previsto dalla Legge.
Nel 2012, il governo Monti, è intervenuto con una sanatoria, il d.l. 16/2012.
L’art. 8 comma 24 del decreto-legge 2 marzo 2012, n.16, ha previsto che, in attesa delle nuove procedure concorsuali, l’Agenzia delle Entrate poteva mantenere gli incarichi affidati ed eventualmente attribuirli ulteriormente a propri funzionari “con la stipula di contratti di lavoro a tempo determinato”, sino alla sostituzione con il personale nominato a seguito del superamento del concorso pubblico.
La Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi sull’art. 8 comma 24, del decreto-legge 2 marzo 2012, n.16 ne ha dichiarato la illegittimità costituzionale per violazione degli artt. 3, 51, 97 Cost, poiché “ha contribuito all’indefinito protrarsi nel tempo di un’assegnazione asseritamente temporanea di mansioni superiori, senza provvedere alla copertura dei posti dirigenziali vacanti da parte dei vincitori di una procedura concorsuale aperta e pubblica…” (Corte cost.le, sent. n.37 del 2015).


Per questo il Codacons invita a chiamare il numero 892007* e di ricevere tutte le informazioni utili per verificare se l’atto fiscale ricevuto è stato sottoscritto da un dirigente decaduto dell’Agenzia delle Entrate. All’esito della verifica, se l’avviso di accertamento a te notificato:
risulta sottoscritto da un dirigente “decaduto” dell’Agenzia delle Entrate;
rientra tra quelli impugnabili (ex art. 19 del D.lgs. n. 546 del 1992);
ha per oggetto tributi di valore inferiore a 2.582,28 euro
si potrà inoltrare una contestazione. Il Codacons invita ovviamente all’iscrizione (AL COSTO DI 2,03 EURO TRAMITE SMS SEGUENDO LE ISTRUZIONI INDICATE) per ricevere gratuitamente un MODELLO di ricorso con contestuale istanza di mediazione da presentare all’Autorità amministrativa competente che ha provveduto all’emanazione dell’atto con le modalità e nel termine previsti per il ricorso con contestuale istanza di mediazione, senza l’obbligo dell’assistenza legale. L’iscrizione avverrà tramite il servizio In Consumatori – Class Action (servizio a richiesta riservato ai maggiorenni).
Con il servizio “IN CODACONS – CLASS ACTION” al costo di € 2,03 si ha diritto a:
Iscrizione al Codacons, la più importante associazione di difesa dei diritti dei cittadini;
L’ invio sulla tua email:
1) istanza di mediazione
2) modello di ricorso
* operativi dal lunedì al giovedì dalle 9:00 alle 19:00 e il venerdì dalle 9.00 alle 17.00 .
Per conoscere le Nostre iniziative visita http://www.892007.it e http://www.termilcons.com; costi: rete fissa scatto 30 cent al minuto 76 cent, TIM scatto 16 cent al minuto 94 cent, VODAFONE scatto 16 cent al minuto 94 cent, WIND scatto 15 cent al minuto 97 cent, TRE scatto 16 cent al minuto 94 cent.
I prezzi esposti sono comprensivi di IVA.