redback spider australia

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST



Quello che è successo a un operaio edile su una toilette portatile a Sydney, Australia, vi farà venire la pelle d’oca. Un giovane di 21 anni è stato morso al pene mercoledì scorso da un ragno velenoso mentre si trovava nel cantiere in cui lavorava. A riportarlo è la BBC e la notizia che sta facendo il giro del mondo fra le curiosità, materializza uno dei peggiori incubi di un uomo.
La BBC a sua volta riporta la notizia data dall’Adelaide Advertiser. Il 21enne si era seduto sul water e appena ha finito di fare i propri bisogni ha sentito una forte pizzicata al pene. Appena si è accorto di essere stato morso da un ragno velenoso, ha chiesto soccorso e sul posto si sono catapultati i paramedici che l’hanno accompagnato in ospedale dove è stato salvato grazie all’antidoto. Il ragazzo ha poi raccontato di essere stato preso in giro dal medico dell’ospedale, che gli ha detto molto professionalmente che non avrebbe potuto fare sesso per almeno un mese. Poi è scoppiato a ridere fragorosamente e l’ha rassicurato: “Tranquillo, lascialo in pace per un giorno e poi potrei usarlo”.
Come il suo parente stretto, la vedova nera, il Redback femmina ha dei segni rossi ed è velenosissimo. Spesso vive in aree urbane. In Australia si contano almeno 250 casi l’anno di persone che devono chiedere l’antidoto perché vengono morse dal temibile aracnide. Gli effetti di un morso sull’uomo sono devastanti e senza antidoto si muore.
Qualche settimana fa un giovane di 22 anni è stato meno fortunato ed è morto dopo un morso del Redback.

I Redback spider (Latrodectus hasselti) si trovano in tutta l’Australia, in diversi ambienti, comprese le aree urbane. Spesso si nascondono in luoghi asciutti e riparati quali casette da giardino, caselle di posta e sotto l’asse dei WC. Il numero di morsi dei redback sono incerti, ma circa 2000 casi sono segnalati ogni anno e circa 250 persone ricevono un trattamento di cura con antidoto. Nessun caso di decesso è stato più registrato da quando l’antidoto è stato reso disponibile nel 1950. I morsi più gravi dei Redback vengono solitamente dalle femmine, che misurano circa 1 cm in più ripspetto ai maschi. Sono riconoscibili per la ben nota striscia rossa sul dorso, da cui prende il suo nome e la sua fama. Il loro veleno colpisce il sistema nervoso, che è potenzialmente pericoloso per l’uomo, ma le loro piccole zanne rendono molti morsi poco efficaci. L’avvelenamento può causare vari effetti, ma il sintomo principale è il dolore persistente e grave, che può durare ore o giorni a seconda della sensibilità della persona al veleno.