foto
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



CINEMA E ARCHITETTI – 4 serate di incontri, premiazioni e proiezioni
ALA-Assorchitetti e l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Vicenza hanno il piacere di presentare la prima edizione del Premio Dedalo Minosse Cinema. La manifestazione si svolgerà dall’8 all’11 Giugno 2016 e sarà ospitata all’interno del cortile del Palladio Museum di Vicenza. La partecipazione alla manifestazione è gratuita ed è resa possibile dalla collaborazione con la Regione del Veneto, con il patrocinio del Comune di Vicenza.
Il rapporto tra la prima e la settima arte, letto attraverso le pellicole che hanno come protagonista un architetto, diventa un’occasione per far incontrare i protagonisti di due mondi così vicini e contemporaneamente così lontani. L’architetto è certamente il trait d’union. Sono migliaia le pellicole che hanno descritto negli ultimi 120 anni la sua professione; innumerevoli gli attori, registi, scenografi, direttori delle luci e della fotografia che hanno lavorato e lavorano nel cinema essendosi formati alle scuole di architettura. Scrive Federico Babina nel suo manifesto per la manifestazione: «Architettura e Cinema sono unite da un percorso comune che come un labirinto “disegna storie” e “racconta architetture”. Due mondi parte di uno stesso universo intricato e misterioso dove perdersi per ritrovarsi».
Questa edizione si concentra sulla produzione italiana più recente (15 film del triennio 2014-2016) e la giuria premierà chi meglio ha interpretato la professione dell’architetto in un momento di passaggio cruciale per la professione, quale quello che stiamo vivendo.
Durante le quattro serate dedicate al Premio Dedalo Minosse Cinema, sul palco del cortile del Palazzo Barbarano e nella sala delle conferenze, dalle ore 21,00 si alterneranno studiosi, registi, scrittori, critici, sceneggiatori, giornalisti, architetti, tra cui i giurati e gli ospiti del concorso
Durante la prima serata dell’8 giugno, il Black Carpet, la Giuria guidata da Steve Della Casa (conduttore di Hollywood Party su Rai 3) presenterà i film in concorso e i vincitori. Nelle serate successive il pubblico potrà assistere alla premiazione dei film e alla loro proiezione. Il calendario sarà il seguente:
– 9 giugno: proiezione e premiazione del film ” Ricomincio da Ottanta” di Alex Infascelli, vincitore del Premio “Morseletto”- Dedalo Minosse Cinema come MIGLIOR SOGGETTO;
– 10 giugno: proiezione del film “ Seconda primavera” di Francesco Calogero, e premiazione di Claudio Botosso, vincitore del Premio “Fontanot”- Dedalo Minosse Cinema come MIGLIOR PROTAGONISTA;
– 11 giugno: proiezione e premiazione del film “Scusate se esisto!” di Riccardo Dilani, vincitore del Premio Dedalo Minosse Cinema come MIGLIOR FILM.
Le schede dei film vincitori e i trailer sono disponibili a questo indirizzo:
http://www.dedalominosse.org/dedalo-cinema/ita/film.html
Durante le giornate del Premio l’Ordine degli architetti PPC organizza “Architetti al cinema”, dialoghi sulla figura dell’architetto nel cinema e nella vita reale con i protagonisti, gli organizzatori, la giuria, gli esperti. Il mestiere dell’architetto, l’architettura e la città raccontati da diversi punti di vista: dallo scrittore, al regista, alle riviste per capire come comunicare la propria cultura e come far crescere la domanda di qualità e competenza che rappresenta lo strumento più efficace per promuovere una professione sempre più difficile.

I giurati coinvolti in questa prima edizione sono: Federico Babina, Gianni Biondillo, Donatella Bollani, Fulvia Caprara, Maria Teresa De Gregorio, Stefano Della Casa, Marisa Fantin, Laura Fontanot, Marcella Gabbiani, Francesca Levi, Denis Lotti, Andrea Nonni, Luigi Prestinenza Puglisi, Davide Rapp, Maurizio Sangineto Sangy, Giorgio Tartaro. Sono inoltre ospiti all’evento Alessandra Comazzi, Guendalina Salimei, Paola Pierotti, e Vitaliano Trevisan.
La base di partenza di questa manifestazione, lo storico, è trattato nel libro “La recita dell’architetto” di Giorgio Scianca e Stefano della Casa dove sono analizzati e raccontati 1523 film, dal 1901 ai giorni nostri, in tutte le lingue del mondo, dal muto ad oggi, dove l’architetto è protagonista e dove si stabiliscono i legami tra il mondo del cinema e quello dell’architettura.
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

Tendenza
Un viaggio nel tempo e nello spazio di una professione, raccontata con grande generosità dal cinema del passato, che continua nel presente con una media di 20 pellicole all’anno.
In particolare un centinaio di film presenti nella ricerca narrano storie di architettura per certi versi molto simili a quelle raccontate e premiate dal Premio Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, di cui questa manifestazione costituisce uno spin-off. Storie di progetti non sempre andati a buon fine come quelli del Premio, ma che completano la filosofia di segnalare anche i “tentativi” di buona architettura, che esistono e che non vengono quasi mai portati all’attenzione del pubblico.
Queste storie ispirate dalla realtà nelle varie parti del mondo rappresentano la terra di mezzo fra il cinema (finzione) e l’architettura (realtà costruita).

ALA-Assoarchitetti ha presentato ufficialmente il Premio Dedalo Minosse Cinema durante l’ultima edizione del Premio Internazionale Dedalo Minosse alla Committenza di Architettura, che promuove da oltre vent’anni, La manifestazione è stata poi lanciata a settembre 2015 alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

EVENTO GRATUITO
Sono previsti crediti formativi professionali per gli architetti.
Data la capienza limitata, si accettano conferme in ordine di arrivo fino ad esaurimento dei posti.
Per iscrizioni: http://www.dedalominosse.org/dedalo-cinema/ita/iscrizione.html

Per informazioni:
Premio Dedalo Minosse Cinema
36100 Vicenza
tel. e fax +39 0444 235476
e-mail: dmcinema@assoarchitetti.it
http://www.dedalominosse.org/dedalo-cinema/ita/