Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Elisa e Giulia Scudeller, rispettivamente sedici e diciotto anni, suonano il violino da quando avevano 4 anni, e dopo numerosissime soddisfazioni che le ha viste protagoniste di grandi eventi, premi e concorsi (con una partecipazione straordinaria all’Expo 2017 di Astana in Kazakhistan come rappresentanti della Regione Veneto) sia in singolo che in coppia, stanno per vivere l’emozione più grande di tutte: suonare alla Carnegie Hall di New York, la sala da concerto più famosa e sognata del mondo.
Il prossimo 10 febbraio infatti parteciperanno come duo al prestigioso concorso internazionale Crescendo International Music Competition, volto a promuovere i giovani e giovanissimi talenti (oltre 4.000 partecipanti da più di 20 nazioni in tutto il mondo) e lo scambio culturale, creativo e tecnico-stilistico fra le varie scuole internazionali, da quella russa a quella statunitense.
Un onore, quello di salire sul palco dei più grandi, che entrambe riconoscono e non vedono l’ora di portare a compimento; lo stesso vale per l’altro primato che la loro presenza su quel palco rappresenta: si tratta infatti della prima volta dell’Italia nel concorso e per la seconda volta –così ci racconta Giulia- vivremo l’onore di essere le rappresentanti tricolori in un ambito internazionale che ci sta accogliendo calorosamente.
La notizia non è passata di certo inosservata tanto che il sindaco di Mareno di Piave (Treviso), il signor Gianpietro Cattai ha voluto così esprimere il suo orgoglio e quello di tutta l’Amministrazione comunale «E’ sicuramente motivo di grande soddisfazione avere tra i propri concittadini due musiciste in giovanissima età che hanno già raggiunto traguardi ragguardevoli che le hanno viste affermarsi in innumerevoli concorsi nazionali ed internazionali. (continua…)PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

L’imminente esibizione al Carnegie Hall di New York, una delle più importanti sale da concerto a livello mondiale, permetterà loro di fare un’ulteriore importante esperienza a contatto con i migliori musicisti del mondo. Sono certo che la bravura, tenacia ed intraprendenza permetternno loro di fare tanta strada e raccogliere ancora grandi soddisfazioni che ripagheranno il forte impegno che lo studio e il perfezionamento del suono dei loro strumenti richiedono».
Che dire, a loro tutti i nostri complimenti ed auguri per il concorso: buona fortuna ragazze!