(ANSA) Diede uno schiaffo ad un alunno di 14anni e per questo un’insegnante di matematica di una scuola superiore di Verona è stata condannata dal Tribunale a 10 giorni di carcere e a 600 euro di risarcimento. Gli avvocati della difesa hanno annunciato che faranno appello alla sentenza. Il fatto è accaduto nel maggio del 2014. L’insegnante aveva più volte ripreso l’alunno che stava disturbando mentre altri suoi compagni erano interrogati, decidendo infine di allontanarlo dall’aula. Dopo averlo fatto rientrare in classe, la docente aveva spostato accanto alla cattedra il banco del ragazzo per poterlo controllare meglio, ma quest’ultimo aveva continuato ad essere irrequieto, avvicinandosi anche alle spalle dell’ insegnante mentre stava mettendo dei voti sul registro elettronico (continua…).
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



E’ stato in questo frangente che la professoressa avrebbe alzato la mano colpendo il volto del giovane, facendogli volare gli occhiali, gesto che l’indagata ha giustificato al giudice come involontario, senza però essere creduta.