Mentre il Veneto si lecca ancora le ferite per il tremendo tornado che ha investito le zone di Dolo e Mira arriva la notizia che due persone di etnia rom, marito e moglie, sono state arrestate a Dolo nella tarda serata di ieri mentre stavano portando via del materiale trovato fra le macerie del disastro del pomeriggio di mercoledì 8.
    Secondo quanto riportato dai militari dell’arma, stavano asportando delle grondaie in rame, materiale prediletto per i predatori roma che poi lo rivendono nel mercato nero. Tutto questo mentre politica ed istituzioni locali e regionali lanciano appelli affinché l’attenzione dei media nazionali si concentri sulle zone del disastro.


    Il bilncio è di un morto e 75 feriti e i danni ammonterebbero, in base ad una prima stima, a 15 milioni di euro (cifra in costante aggiornamento). La Regione Veneto ha già stanziato 6 milioni di euro ed ha lanciato una raccolta fondi.