made-in-veneto
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



“Non ho mai guadagnato un euro in modo illecito in vita mia, quei soldi sono frutto del mio lavoro frenetico di 10 mesi e avevo intenzione di pagare le tasse e mettermi in regola”. Così si è difeso Fabrizio Corona davanti al gip, stando a quanto riferito dal suo legale, l’avvocato Ivano Chiesa.
    “Quei soldi trovati nel controsoffitto e anche quelli in Austria – ha spiegato Corona – sono frutto del mio lavoro e di quello della società Atena, dieci mesi di lavoro frenetico che ho portato avanti da quando ho ottenuto l’ affidamento in prova sul territorio e fino all’altro giorno”.
    “Purtroppo in Italia nelle discoteche e nei locali gira molto ‘nero’ per i pagamenti e quei soldi sequestrati sono il ‘nero’ della società Atena”, ha detto l’avvocato Cristina Morrone, legale di Francesca Persi, la collaboratrice di Corona arrestata anche lei con l’accusa di intestazione fittizia dei beni. “C’è chi nasconde i soldi in cassaforte, mentre chi non ha la cassaforte li nasconde nel controsoffitto”, ha aggiunto.

PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE