majano

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST



Una straordinaria competizione elettorale a Majano, in provincia di Udine. Nel Comune di circa 6000 abitanti, non distante da San Daniele, la fase di iscrizione liste offre un precedente unico in Italia. Una lista di soli Rom. Una lista che alla fine è stata bocciata (non ha infatti raggiunto le 60 firme necessarie), ma che ha fatto il giro del Paese.
Oggi scadevano i termini per presentare le liste elettorali per le prossime comunali in Friuli Venezia Giulia  (domenica 5 giugno vi sarà il primo turno, il 19  giugno ballottaggi). Majano è uno dei 22 comuni della provincia di Udine che andrà al rinnovo degli amministratori il prossimo 5 giugno.
Fra le liste presentate per il Comune e riportate dal sito della Regione ce n’è una – “Mafjano Grazie”. Una lista composta da cittadini italiani di etnia Rom e che presentava come candidata sindaco Roberta “Anita” Held, 45 anni, nata a Trieste. Una cosa fatta in famiglia, considerando che vi appaiono sei candidati con il cognome Hudorovich (a cominciare dal capolista) oltre agli Hudorovic e Hudorevich. Appartengono tutti allo stesso ceppo con tanto di soprannomi e patronimici Rom per tutti i 14 candidati.
A Majano il sindaco uscente è una giovane donna, Raffaella Paladin, dirigente pubblica 46enne, a capo di una lista civica, che si ripresenta così come la Lega Nord e altre due civiche. (sotto: la lista presentata)

rom friuli