ajaxmail

Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Pesante, costoso e granitico pound. Per decenni la sterlina inglese era considerata una moneta-corazzata e i turisti calcolavano a volte in modo angosciato il cambio di fronte a una birra, un ticket della metro o un semplice caffé. Un euro valeva molto meno di un pound. Non ricordiamo nemmeno la liretta. Ricordate il cambio 1 pound= 3000 lire?
Questa settimana una barriera psicologica è stata per la prima volta abbattuta da quando esiste l’euro. I cambiamonete inglesi valutano la moneta meno di un euro. Fino a 97 centesimi. Meno caro quindi lo shopping ad Oxford e Regent’ street o Cambden Town.
97 centesimi di euro per una sterlina è il cambio offerto ad esempio dall’International Currency Exchange, società di cambi di Southend, uno dei sei aeroporti di Londra.
La sterlina ha perso un quinto del suo valore in poco meno di un anno, ha accelerato nei tre mesi e mezzo dopo il referendum sull’Unione Europea, a causa delle paure dei mercati sui danni di Brexit, cioè sull’uscita della Gran Bretagna dalla Ue, anche se ciò non avverrà prima del 2019 e non si sa ancora a quali condizioni. Dal 23 giugno scorso, il pound ha così perduto il 15 per cento della propria valutazione. Venerdì ha chiuso al cambio di 1,11 con l’euro (e al cambio più basso degli ultimi trentun anni con il dollaro), dopo un crollo vertiginoso del 6 per cento del proprio valore in due minuti nel corso della giornata, in parte causato, sembra, da un algoritmo che ha messo in moto automaticamente operazioni di vendita, una fuga di massa dalla moneta con l’effige di Sua Maestà britannica.

PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

La sterlina vale ancora più di un euro (cambio euro-sterlina: 0,9007), ma non per i cambiavalute che offrono sempre un cambio meno vantaggioso di quello ufficiale: in media il loro cambio è del 15 per cento inferiore al cambio ufficiale.
Ovviamente non si può considerando una meta raggiunta. Con i continui cambi di vento ogni indicatore economico ed ogni quotazione di moneta può variare improvvisamente. Fatto sta che piangono gli inglesi che devono recarsi all’estero, nell’Unione Europea in particolare.