OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



La suora più anziana d’Italia è veneta. E’ tutto pronto, a Lucca, città nella quale vive da molto tempo, per celebrare i 110 anni di suor Candida Bellotti. Le suore Ministre degli infermi di San Camillo la festeggeranno lunedì 20 febbraio, ricordando contemporaneamente i 150 dalla morte della fondatrice, la beata Maria Domenica Brun Barbantini. Accanto a suor Candida saranno presenti le consorelle e la superiora provinciale suor Giuliana Fracasso, mentre dal Vaticano arriverà una benedizione scritta da Papa Francesco. Dieci i Pontefici che si sono succeduti durante la vita di suor Candida, fino a papa Francesco, che ha avuto il privilegio di incontrare nel 2014 a Roma, in occasione del suo 107esimo compleanno, partecipando alla messa celebrata nella Domus Santa Marta e ricevendo la sua benedizione.
Nata a Quinzano (Verona) il 20 febbraio del 1907, suor Candida da più di 80 anni si è consacrata alla spiritualità di San Camillo de Lellis, patrono degli ammalati, degli infermieri e dei luoghi di cura.
Entrata a far parte nel 1931 della Congregazione delle Ministre degli Infermi di San Camillo, ha prestato la sua opera come infermiera professionale in diverse città d’Italia. Nel 2000, all’età di 93 anni, è stata trasferita nella casa madre di Lucca. Lucida e dinamica, dal mattino alla sera segue pienamente la vita della comunità: partecipa agli atti comuni e alle celebrazioni eucaristiche, e non fa mancare il suo contributo gioioso, impressionando tutti per la sua vivacità fisica e mentale, oltre che per la sua prontezza di spirito (fonte Ansa).
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE