Vita sempre più dura per i fumatori. Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, infatti, sta studiando una legge per vietare l’accensione delle sigarette nelle auto con minori a bordo. Una proposta che sarà discussa dal Governo, perchè inserita nelle proposte dell’esecutivo. La proposta ci offre come sempre l’occasione per dissotterrare detti veneti. Fumare come un loamàro d’inverno (letamaio d’inverno) è un’espressione efficacissima usata dai nostri avi (e non solo) delle campagne. Dunque, l’Italia continua la battaglia contro il fumo, iniziata anni fa con la legge Sirchia che proibì l’accensione delle “bionde” in luoghi pubblici come bar, ristoranti, dove molte persone non amanti della sigaretta, subivano l’onta del fumo. Pensate, il rischio di contrarre un tumore al polmone da fumo passivo per la convivenza con un fumatore, aumenta dal 20 al 30%. Un dato allarmante che dovrebbe far riflettere tutti. Ma come funziona la possibile legge che vieterebbe di fumare in auto in presenza di minori? Semplice. Se l’automobilista viene fermato da vigili urbani, o dalle altre forze dell’ordine, e sta fumando beatamente anche in presenza di ragazzi di età inferiore di 18 anni, la multa sarà inevitabile.

Non si conoscono ancora le contravvenzioni che verranno elevate verso chi non rispetterà la legge, ma in Inghilterra, dove le legge verrà applicata dal prossimo mese di ottobre, il guidatore “beccato” dovrà pagare 50 sterline, l’equivalente di circa 70 euro. Insomma, il ministro della Salute intende fare sul serio, specialmente per salvaguardare la salute dei minori. E voi siete d’accordo con tutto ciò?