Quando si dice: “Il Signore guarda in basso, agli ultimi”. A Lignano un miracolo è destinato a passare alla storia. La località balneare friulana in diverse zone è popolata da parcheggiatori abusivi e mendicanti, che spesso esibiscono le loro disabilità per raccogliere qualche soldo. Questo fino a quando la polizia non ha deciso di effettuare controlli serrati sul fenomeno in alcune enclaves di Lignano. E’ così che miracolosamente molti di questi sono guariti. Come riporta il Messaggero Veneto, fra le persone fermate anche due minoreni, un ragazzo e una ragazza, quest’ultima in stato di gravidanza. Fermato anche uno slovacco di 68 anni che chiedeva l’elemosina in carrozzella. Fermava i passanti e molti, inteneriti, davano qualche centesimo e qualche euro. Quando è stato accompagnato in Commissariato, si è improvvisamente alzato e si è diretto verso la toilette. In totale sono stati fermati sette accattoni e per tutti è stato emesso un foglio di via, che impedisce loro di stare a Lignano per due o tre anni.
Sempre come riporta il Messaggero, il blitz è scattato dopo che i negozianti hanno protestato per l’insistenza degli accattoni. Una donna che chiedeva l’elemosina davanti ad un supermercato, esibiva il cagnolino (con microchip) e nella cassettina delle offerte aveva 12 euro. Dopo una perquisizione le sono stati trovati addosso quasi 400 euro, di cui 250 in banconote


VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO