Screengrab from the ISIS video showing the execution of James Foley
E’ più vicino di quanto crediamo. Fra Ebola e Spending Review si torna a parlare anche di terrorismo islamico. Nel Bellunese i Carabinieri dei Ros hanno eseguito delle perquisizioni in molte località fra Belluno e Pordenone. Si cerca di chiarire i dettagli di una possibile rete dopo gli episodi di fine estate quando vennero identificate 5 persone che avevano vissuto in zona e che poi avevano lasciato il Paese. Ci sarebbero altri tre indagati e si cerca di individuare i reclutatori. Le perquisizioni sono state fatte nella zona in cui ci sono ancora gli amici di Ismar Mesinovic, il bosniaco morto a gennaio a Aleppo in Siria combattendo per l’Isis.
I luoghi delle perquisizioni sono Logarone, Ponte nelle Alpi e la Conca di Alpago. Si cerca di far chiarezza sull’utilizzo di alcune abitazioni che apparterrebbero al gruppo di bosniaci e macedoni che sono poi finiti in Siria. Le ipotesi di reato sarebbero quella di arruolamento con finalità di terrorismo.



style=”display:inline-block;width:336px;height:280px”
data-ad-client=”ca-pub-7165870211143708″
data-ad-slot=”0362268785″>