E’ accaduto in una via centrale di Vicenza, martedì notte. Due giovani ubriachi hanno iniziato a distruggere un distributore automatico di sigarette in corso San Felice, poi hanno tentato di rapinare un viados e… non solo.
Tutto inizia poco dopo mezzanotte. Un viados che si trovava all’angolo tra corso San Felice e via dei Mille ha allertato la polizia. Ha segnalato agli agenti due giovani che stavano danneggiando il distributore automatico della tabaccheria edicola San Felice al civico 216.
Mentre la polizia stava intervenendo -come riporta la testata vicentina www.tviweb.it- il viados ha telefonato una seconda volta in questura, raccontando di essere stato, nel frattempo, aggredito e preso a sberle dai due che hanno anche tentato di rapinarlo, senza riuscirvi. Quando la polizia è arrivata sul posto, uno dei due si è dileguato. L’altro è stato invece fermato. Ubriaco, ha opposto resistenza di fronte agli agenti e, mentre lo stavano caricando in auto per portarlo in questura, ha sferrato un calcio sul viso ad uno dei poliziotti, rompendogli gli occhiali e ferendolo al naso. Per l’agente, 40 enne e padre di due bambini, sono state necessarie cure mediche.


Il giovane è stato invece portato in questura ed arrestato per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Si tratta di Nicolae Biscoveanu, di 19 anni, rumeno, incensurato. Ha dichiarato di abitare in via Tornieri, ma non ha indicato la propri abitazione affermando di non ricordarsi. Non ha offerto alcuna indicazione sulla famiglia. Il viados sporgerà invece denuncia nei suoi confronti per tentata rapina. Stamane per Biscoveanu si è tenuto il processo per direttissima. Ha patteggiato 8 mesi di reclusione, pena sospesa. E’ tornato quindi in libertà dopo poche ore di detenzione.
VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO