Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Protesta di migranti stamane nell’hub a Bagnoli di Sopra nel Padovano. Un centinaio di persone hanno inscenato una protesta con cartelli nei quali erano riportate le loro esigenze. Richiedono che quindici persone alla settimana vengano trasferite, e non in piccoli Comuni (“nei villaggi”) ma nelle città. Chiedono anche un incontro immediato con la Prefettura.
Non è la prima volta che i migranti ospitati nell’hub di Bagnoli protestano nel cortile della struttura.
In uno dei cartelli esposti si legge: “Stiamo anche 12 mesi senza trasferimenti, abbiamo due insegnanti ogni 800 persone, i medici danno paracetamolo a tutti i pazienti, gli operatori non ci trattano con rispetto, in buona parte delle stanze ci sono insetti”.
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE




La protesta è iniziata stamane alle prime ore della mattinata. Alle 5,30 i migranti si sono chiusi nel centro ed hanno svegliato il vicinato.
Hanno bloccato tutti gli ingressi dell’ex base militare di Bagnoli di Sopra. Fortunatamente la protesta non è degenerata in violenza. Il sindaco di Bagnoli, Roberto Milan ha dichiarato che la base è sotto controllo e presidiata dai carabinieri e dagli agenti della Digos. Ha aggiunto: “Siamo comunque lontani dai livelli di tensione raggiunti nei mesi scorsi”