Alessandra Moretti candidata, Moretti preferita da Renzi per il Veneto, Moretti non ancora candidata, Moretti che vuole essere candidata ma non vuole passare per le primarie, Moretti candidata ma passando attraverso le primarie, Moretti che attacca Zaia ma non è ancora candidata. Per riassumere la vicenda interna al PD che ieri ha portato alla richiesta ufficiale da parte di Alessandra Moretti di mettersi ufficialmente in pista chiedendo a breve le primarie. Per dirla in francese, ispirandosi ad Apollinaire, o meglio Alexandre Dumas il Vecchio, CHE DU MARONI. L’intera vicenda ha il sapore di una candidatura di Miss Italia o di X-Factor. Senza nulla togliere ad Alessandra Moretti, in una Regione che si trova a dover fronteggiare la crisi nonostante l’Italia, con un sistema pubblico medievale che aspetta (senza risposte ancora) un vero e proprio choc da parte di chi ci amministra, le attese e le beghe interne di un partito che ha l’ambizione di guidare il Veneto sembrano estratti pari pari da un romanzo d’appendice di secondo rango.

Avessero il pudore di parlarne fra loro e di evitare di mandarsi messaggi a mezzo stampa sarebbe meglio per tutti. Moretti in corsa per le primarie? Ok, bene, ma adesso basta… parlate di cose serie e dite chiaramente (questo vale sia per il probabile anti Zaia che per Zaia) cosa avete intenzione di fare concretamente. Piccolo consiglio, evitate di dire “organizzeremo un tavolo di confronto per…”. L’impressione è che se continuate su questa strada i tavoli verranno buttati in strada.

PER RESTARE AGGIORNATO DA VENETIANPOST CLICCA MI PIACE