Enrico VIII scatenò una guerra e fondò una nuova Chiesa in Inghilterra per un… divorzio. I tempi sono decisamente cambiati. A una coppia di Saonara è costato solo 16 euro. Certo, hanno divorziato in Comune, ma se si pensa a guerra, manifestazioni e referendum per ottenere il divorzio, la notizia è degna di nota. La legge, che riguarda le coppie già separate, senza figli minori, è entrata in vigore l’11 dicembre scorso, ed è il comune di Saonara, come riporta Il Gazzettino di Padova, il primo, nella provincia di Padova, ad averne usufruito.
La coppia padovana (Paolo e Barbara) ha fatto in fretta, ha firmato venerdì, alla presenza del sindaco Walter Stefan. I due ormai ex coniugi, 35 anni lei e 41 lui, si erano sposati nel maggio 2009. La separazione poco più di due anni più tardi, consensuale, nel settembre 2011. Grazie all’introduzione del matrimonio “low-cost”, per entrambi è stato possibile chiudere a tutti gli effetti il loro rapporto sentimentale, senza rimetterci tempo e denaro. Entrambi dovranno ripresentarsi tra un mese per la firma definitiva (avranno un mese di tempo per ripensarci). Ricordiamo che la nuova legge permette alle coppie già separate di spendere 16 euro per l’emissione dell’atto di divorzio. Resta immutata l’attesa di tre anni dall’avvenuta separazione per poter dare avvio alla pratica. Dalla nuova legge però sono esclusi i genitori di figli non ancora maggiorenni o incapaci o non autosufficienti economicamente.

PAGINA FACEBOOK VENETIANPOST

CONDIVIDI QUESTO POST: