pokemon
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



La Pokemon-mania fa le prime ‘vittime’ a Padova: due ragazzi sono stati multati questa mattina alle 5. I due, il primo alla guida, il secondo ‘armato’ di tablet e smartphone, sono stati fermati dai carabinieri e sanzionati con 210 euro di multa. La giustificazione dei ragazzi (messa a verbale) era che si erano dimenticati a casa i documenti perché che si erano alzati prima dell’alba per andare a “caccia di Pokemon” per la città.
Si chiamano Arturo e Marcello, studenti universitari. La coppia di amici -secondo quanto riporta Il Mattino di Padova- era in giro per la città dall’alba per cacciare creature ed animaletti con l’ormai arcinota app “Pokémon Go”: i carabinieri li hanno beccati in sella ad un cinquantino, entrambi con uno smartphone in mano e per di più senza documenti. Il risultato? Caccia finita e soprattutto 210 euro di sanzione. Sul verbale in effetti c’è scritto: «Mi sono dimenticato sia dell’assicurazione che della patente perché mi sono svegliato alle 5 per cercare i Pokémon». Giusto per essere sinceri, per far ridere i militari e per poter consegnare quella multa “alla leggenda”.
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE