polizia-locale
Un numero unico a servizio dei cittadini per le domande di soccorso e di sicurezza, una organizzazione più flessibile dei corpi di polizia municipale e scambi di esperienze e metodologie per una formazione più completa degli uomini e delle donne che operano nei corpi di polizia municipale: sono alcune delle proposte emerse oggi dal confronto tra il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin, l’assessore alla sicurezza del comune di Padova Maurizio Saia e l’assessore regionale alla sicurezza Cristiano Corazzari. Un confronto richiesto dagli amministratori delle due città capoluogo del Veneto, particolarmente impegnati sulle tematiche della vivibilità e del rispetto della legalità in due realtà urbane caratterizzate da una incidenza significativa della microcriminalità e della criminalità organizzata ma anche da un grande impegno sinergico delle forse dell’ordine. All’incontro a palazzo Balbi ha partecipato anche il comandante del corpo di polizia locale di Rovigo, Giovanni Tesoro.

 

Ho accolto con favore la richiesta di un confronto diretto manifestata dai rappresentanti dei due capoluoghi veneti – dichiara l’assessore regionale – perché le tematiche della sicurezza e della legalità possono essere affrontate solo in un’ottica di collaborazione interistituzionale e su vasta scala territoriale. Da Padova e da Rovigo sono emerse proposte utili e interessanti per intensificare il monitoraggio del territorio, rendere più sistematica la vigilanza, e per offrire ai cittadini la certezza di presidi sempre attivi nei casi di emergenza. E’ intenzione di questa amministrazione elaborare una proposta di legge quadro volta a coordinare tutte le risorse in campo, a rafforzare ruolo e organizzazione delle polizie municipali e a promuovere anche in Veneto il numero unico di pronto intervento per la sicurezza”. Il numero unico per le chiamate di emergenza è già realtà in molti paesi europei da circa vent’anni e dallo scorso anno è attivo in Lombardia, grazie all’intesa siglata tra Regione, ministero dell’Interno e Forze dell’Ordine. 

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE CURIOSE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO