halloween venetianpost satanaDa festa cristiana a festa pagana, satanista. Arriva anche l’accusa dall’altare. A lanciarla è il parroco di San Giorgio Martire (Porcia, Pordenone), che, nuovo Savonarola, si scaglia contro la ritualità pagana della festa importata dagli Stati Uniti… “Una volta le feste pagane -leggiamo dal Gazzettino- venivano sostituite negli stessi giorni da feste cristiane; oggi si assiste altentativo contrario: in coincidenza con le feste cristiane di Ognissanti e dei fedeli defunti, si cerca di diffondere nella cultura e nei costumi una festa pagana estranea e ostile al clima e al contesto di preghiera e di vera fede delle due feste cristiane». In realtà il parroco si fa interprete di un’opinione abbastanza diffusa nel mondo cristiano. Per lanciare il suo anatema utilizza il notiziario parrocchiale con un editoriale (si chiama così la predica in un notiziario?) dal titolo “Vi sia noto fratelli”, in cui ricostruisce le origini della festa delle zucche e ne mette in luce i legami col mondo del satanismo. Dopo che il Cristianesimo ha soppiantato le feste pagane, si assiste ora al fenomeno contrario. “Halloween -continua don Fort- nonostante non lo si dica come invece si dovrebbe, è una ricorrenza magica, e il mondo dell’occulto lo definisce “il giorno più magico dell’anno, il capodanno di tutto il mondo esoterico, la festa più importante dell’anno per i seguaci di Satana”.