Quanti Veneti pippano cocaina? La domanda è d’obbligo. Quotidianamente siamo bersagliati da notizie di cronaca che riportano di arresti di piccoli o medi spacciatori nei parchi delle città venete. La rabbia dei cittadini contro l’immigrazione clandestina e la microcriminalità monta via via, le bande nigeriane fanno guerra con quelle nordafricane o pakistane. Ma… è lecito chiedersi. Chi sono gli utilizzatori? Quanti sono? E soprattutto… perché i benpensanti considerano drogati e degenerati gli assuntori di marijuana e non dimostrano la stessa attitudine moralistica verso gli assuntori di cocaina?
Choccante il dato diffuso qualche settimana fa su Brescia. I media locali (da fonti Asl) parlano del 15% della popolazione che fa uso di cocaina. Ancor più choccante perché, se si escludono i minori e gli anziani, ben oltre il 15% delle persone che incontrate sniffano, pippano.


E in Veneto? Non esistono dati ufficiali, ma se si considera la conformazione socio economica della provincia bresciana, gli accostamenti sono inevitabili. Brescia ha un tessuto sociale ed economico molto simile a quello di Vicenza, Treviso, Verona, Padova e Venezia. Il Veneto ha una popolazione di poco inferiore ai 5 milioni di abitanti. Il 15% di 5 milioni è 750.000. Il 15% significa 1 veneto su 6. Togliamo la fascia dai 0 ai 14 anni e quella over 65 (anche se la selezione è sommaria), si può tranquillamente dire che 1 veneto su 5 è cocainomane, chi più, chi meno.
Quindi, genitori, se andate ad un visitone di classe, potete tranquillamente guardare i vostri colleghi genitori e…su 40, 8 pippano cocaina. Industriali, commercianti, artigiani (categorie teoricamente più agiate…), se partecipate ad una riunione di categoria, sappiate che se siete in 100, almeno 20 pippano cocaina. Se in un consiglio comunale ci sono 20 consiglieri, 5 pippano cocaina. La statistica non è un’opinione. Se passeggiate in Piazza delle Erbe a Padova o in Corso Palladio a Vicenza o in Piazza Bra a Verona ed avete attorno un migliaio di persone… 200 pippano cocaina. E’ difficile da credersi, tranne che per chi è assuntore. Ma… anche gli assuntori di cocaina tendono a non sentirsi drogati e molto spesso sono i primi che puntano il dito verso gli spacciatori e la delinquenza, senza sapere, o sapendolo, che ne sono i principali alimentatori.