rapina

Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Rapinò una donna incinta e la gettò a terra al park Cattaneo di Vicenza. Una notizia che fece indignare e fece scalpore perché la vittima era una donna incinta, al quinto mese di gravidanza, che riportò ferite e contusioni, dichiarate guaribili in 20 giorni. La vittima dell’aggressione riferì sui social quanto accadutole lo scorso 6 maggio. Da allora la squadra mobile di Vicenza si è messa sulle tracce dell’aggressore ed è riuscita a risalire alla sua identità: si tratta di Federico Fracasso, 39 anni, nato ad Arzignano e residente a Vicenza, nel quartiere delle Cattane. E’ incensurato ma noto come consumatore di droga ed è ora indagato per rapina e lesioni, sottoposto ad obbligo di firma in Questura due volte al giorno.
  Proprio nella sua casa gli uomini guidati dal dirigente capo Dario Corazzini e dal sostituto commissario Giampaolo Bettini sono andati a prelevarlo. E all’interno dell’abitazione che hanno rinvenuto anche l’impermeabile giallo che l’uomo aveva addosso al momento del fatto e che era stato notato dall’analisi delle immagini della videosorveglianza. Alla fine l’uomo, inchiodato dalle prove, ha finito con l’ammettere le proprie responsabilità, pur dicendo di non ricordare nulla in quanto sotto l’effetto di stupefacenti. L’uomo era entrato in azione all’altezza della biglietteria dove la donna, una 30enne residente in città, si era recata per pagare il tagliando del parcheggio. Fracasso l’ha sorpresa da dietro e per rubarle il portafoglio che teneva in mano non ha esitato a stringerla per il collo e poi a gettarla a terra in maniera violenta. La signora, poi trasportato in ambulanza in ospedale, ha però reagito, urlando, destando così l’attenzione di due altri cittadini presenti nel parcheggio, tra cui un’altra donna con un cane di grossa taglia. A quel punto Fracasso ha desistito ed è scappato a piedi.
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE