renzi mr bean venetianpost

Ala fine el ne gaveva ciapà par sfinimento. Tuti diseva: “Ma sì, provemo!”. Ma a distanza de sei mesi qualcun cominsia a magnare la foja. Quante bojade dise Renzi? Basta scorere tuti i anunci che el ga fato da Vespa, da la D’Urso, dala Parodi, dala De Filipi per fare quatro conti. El gaveva promeso la svolta, la cresita a costo zero e na riforma al mese. Ma pare che el ‘cagase fora dal vaso’ (francesismo). Inanzituto el diseva de voler lotare sensa quartiere contro i profesoròni de Brussel. Ma in realtà, quando che el riva a Brusel el diventa un cagnèto. Con i so tweet, le so slide, le so vignète el faseva parfin vegnère invidia a Berlusconi. L a stesa Merkel diseva: “Sto chì fa sul serio”.Una roba che el ga fato sè la manceta da 80 euri a na parte dei italiani (quei che gaveva za un lavoro). El gà anuncià una cresita del 2%, ma za a luglio el xè sta costreto a fare marcia indrìo, disendo: “Forse cresaremo meno”. Dopo xè rivà l’Istat a dirghe che le robe va pezo de queo che se pensava e lu ga risposto: “Non vardo i decimali, la nostra priorità xè el lavoro”. Desso i xè drio discutere el Job Act, ma rischia de vegnerghene fora solo na cazada. El decreto Poletti sul lavoro contien solo dele variazion in tema de aprendistato e contrati a termine. Nesuna novità sui veri problemi: le semplificazion, la diminuzion de le tipologie contratuali, la riforma dei amortizatori sociai e l’abolizion della casa integrazion in deroga. Tuto xè afidà a un disegno de lege delega che resta in secondo piano (el primo piano xè la riforma del Senato) e forse se ne parla a fine ano.Altro punto, la riforma de la publica aministraziòn.

A spetavimo tanto sul fronte del ridimensionamento dei ufici publici, tajo dei sprechi, tajo de le prefeture. Anca qua un disegno de lege delega. El gaveva parlà de saldare tuti i debiti de la publica aministrazion per el 21 setembre. La data xè pasà e manca ancora 35 miliardi: dove penselo de trovarli? a Gardaland? Dopo el ga parà in tute le television dei lavori a le scole e con i disegneti e le slide el parlava de 3,5 miliardi. El ga anuncià l’apertura de 7.000 cantieri in estate. Fin deso i soldi che se pole spendere i sè550 milioni e le scole fa schifo. Volemo parlare de la lège eletorale? El diseva: “Se non rivemo al 25 magio senza aver fato la lège eletorale non andemo da nesuna parte. Semo ancora drio spetare, e quel che vien fora fa schifo. E la lota ai privilegi e ai enti inutili? A parte el Cnel, nol ga fato gnente e anche la vendita de le auto blu par internet xè sta un flop.

Clica ‘me piase’ su la pagina FACEBOOK per restare agiornà da Venetianpost