Quali applicazioni per smartphone vanno per la maggiore per cercare sesso o migliorare la vita sessuale nella coppia? Se una volta si corteggiava sul sagrato della chiesa o nelle feste paesane, ora basta essere comodamente seduti su una poltrone e basta qualche click. Ecco una immersione nel mondo delle nuove tecnologie, alla scoperta delle ispirazioni e dei contenuti multimediali più clienti che possano arricchire il vostro tablet o il vostro smartphone.
IKAMASUTRA®
Questo prodotto di SutraTraps offre alcune chicche che vi faranno davvero divertire e sembra stia rendendo felici più di 20 milioni di innamorati. iKamasutra® offre centinaia di anni di sperimentazione del Kama Sutra in un’unica app incredibilmente sensuale e divertente. Visualizza più di cento posizioni divise in 9 categorie, ognuna elegantemente illustrata e spiegata, e divertiti a tenere traccia dei tuoi progressi da Novizio fino a Gran maestro del Kamasutra, usando la guida al sesso definitiva. Con un’interfaccia piacevole e splendidamente disegnata, iKamasutra® è l’app raccomandata del suo genere. Non riuscirai più a fare a meno di dare un’occhiata al tuo telefono!C’è una posizione per tutto.
· 110 tra le posizioni più famose sono incluse con l’acquisto dell’app, in modo da motivarti e ispirarti. (Ulteriori posizioni sono disponibili tramite l’acquisto in-app).
· Descrizioni scritte in modo professionale e facili da seguire vi guideranno senza indugio nella posizione.
· Nove categorie per mantenere organizzati i tuoi desideri: tutto da Cowgirl a Esotiche.
· Rilassante musica di sitar per creare la giusta atmosfera (opzionale).
· Privacy al sicuro tramite protezione con password. (il resto è da scoprire)
SEX DRIVE
Intelligentemente accompagnata da una icona che richiama alla memoria una pilotina blu di Viagriana memoria, Sex Drive promette di amplificare la vostra carica erotica tramite “toni binaurali” (battiti generati nel vostro cranio durante l’ascolto simultaneo di suoni di frequenze differenti). L’ascolto dovrebbe quindi contribuire alla produzione di ormoni stimolando l’aumento della libido.

 

TINDER
E’ una delle app più scaricate negli USA e in rapida crescita anche nel nostro paese. Dedicata agli incontri, Tinder consente di sfogliare un vero e proprio album virtuale di foto e profili caricati da utenti nelle vostre vicinanze, stabilendo quali contatti vi interessi approfondire. In sostanza serve per trovare qualcuno con cui trascorrere una notte.
L’applicazione è gratuita, ed è una sorta di versione eterosessuale della app usata per gli incontri omosessuali “Grindr”. La si attiva agganciandola al proprio profilo Facebook. Il GPS servirà per indicare la distanza delle persone. Può mostrare i volti degli utenti e quando si trova qualcuno che ci piace basta cliccare sul cuoricino rosso che appare sul display e scorrere il dito verso destra. Altrimenti si clicca sulla X e si scorre il dito verso sinistra. Se la persona prescelta ricambia il giudizio si apre una finestra per chattare. E di solito porta in breve tempo all’obiettivo principale di chi usa questa app: una notte di sesso.
In Italia la si usa ma non lo si dice, perché si teme quello che negli Stati Uniti è ormai realtà: vedersi appiccicare l’etichetta (ovviamente declinata solo al femminile) di “Tinderslut”, cioè “puttana di Tinder”. In base alle statistiche un utente su dueci ha meno di 18 anni, uno su due tra i 18 e i 24 e solo uno su tre tra i 25 e i 34.
GIOCHI DI COPPIA
Giochi di coppia promette esattamente quello che il titolo fa suggerire: attraverso una grafica che richiama evocativamente il celebre gioco della bottiglia – eternato nella mitica Tapparelle da Elio e le Storie Tese – la app propone una serie di situazioni che vorrebbero risvegliare passioni sopite o regalare un po’ di slancio alle vostre attività sotto le lenzuola. Un po’ inquietante l’idea “Lo chef nudo” che trovate nello screenshot che segue, ma chissà che non ispiri una nuova versione di Masterchef o – più probabilmente ancora – di Hell’s Kitchen…
OBBLIGO O VERITA’
E dopo aver citato il gioco della bottiglia era quasi obbligatorio chiudere con “Obbligo o verità” della Tiggel: organizzato su tre livelli (e dunque adatto anche a situazioni niente affatto bollenti), l’applicazione garantisce la possibilità di ravvivare party e festeggiamenti che stiano un po’ scivolando verso la noia con una serie di domande a cui dover rispondere pena la selezione casuale di un obbligo a cui ottemperare.
Sappiamo che ne esistono altre decine, se non centinaia, ogni segnalazione è ben accetta…