ej7a5219
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



E’ passato più di un anno dall’ultima vincita. Alla fine il tanto atteso 6 è uscito ed ha premiato la Calabria.
Una vittoria record di 163.538.706, la seconda di sempre del gioco con i sei numeri, vinta investendo tre euro per due colonne. La vincita è stata realizzata a Vibo Valentia, alla tabaccheria Lo Bianco.
La combinazione vincente è: 3-12-23-71-76-83. Numero jolly: 56. Numero Superstar: 35. Nessun realizzatore del ‘5+’ mentre in 15 hanno centrato il ‘5’ aggiudicandosi 14.284 euro.

Si sono attese ben 200 estrazioni prima che uscisse il 6: l’ultima vincita risale al luglio dello scorso anno, quando in provincia di Catania fu centrato un jackpot da quasi 22 milioni. La vincita di oggi è la seconda di sempre.

La vincita più elevata resta quella registrata a ottobre del 2010 con oltre 178 milioni di euro. Il jackpot stimato per la prossima estrazione del Superenalotto scende ora a 41,1 milioni di euro.

Il jackpot (il monte premi) era il più alto al mondo anche grazie a un algoritmo che con il nuovo Superenalotto lo fa crescere in modo molto più veloce di prima. Superato anche il celebre ‘Powerball’ americano, fermo a “soli” 150 milioni di dollari. L’ultimo ‘6’ era stato vinto addirittura a luglio 2015, 22 milioni in provincia di Catania.

Dalla prima vincita della storia – il 17 gennaio 1998 a Poncarale, in provincia di Brescia, quando furono vinti 11,8 miliardi di lire – all’ultimo “6” assegnato, il Superenalotto ha distribuito oltre 4,3 miliardi di euro solamente tra vincite di prima e seconda categoria. Dal lancio del gioco a oggi, nella caccia alla sestina dei sogni sono stati puntati complessivamente 37,8 miliardi di euro, una cifra che ha consentito all’Erario di beneficiare di ben 18,7 miliardi, con una media di oltre un miliardo di euro all’anno.

PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

L’anno record in termini di raccolta è stato il 2009 che, anche grazie all’effetto del jackpot di Bagnone, portò le giocate a superare i 3,3 miliardi di euro. Secondo anno per raccolta è stato il 1999 con 3,1 miliardi, seguito dal 2010 con quasi 3 miliardi, anche in questo caso grazie al contributo delle giocate effettuate per centrare il jackpot record da 178 milioni (centrato a fine ottobre e diviso fra 70 giocatori). Tra le vincite più ricche che hanno lasciato una traccia indelebile nella storia del concorso e nella memoria collettiva – oltre che nelle tasche dei fortunati giocatori – non si può non ricordare il celebre “6” realizzato il 31 ottobre 1998 a Peschici, comune di 4 mila anime in provincia di Foggia, pari a oltre 63 miliardi di lire, che venne diviso fra 100 giocatori del posto che giocarono un maxisistema. Il premio più alto mai assegnato non solo nella storia del Superenalotto, ma nella storia delle lotterie europee, è stato invece centrato il 30 ottobre 2010 grazie a un sistema che premiò 70 giocatori sparsi in tutta Italia, che si spartirono un bottino mai visto prima, pari a 177,7 milioni di euro.

Nella top five delle vincite più ricche di sempre ci sono anche i 147 milioni vinti a Bagnone (Ms) nell’agosto 2009, i 139 milioni vinti a Parma e Pistoia nel febbraio 2010, i 100,7 milioni vinti a Catania nell’agosto 2008 e i 94,8 milioni vinti ancora nella città siciliana nel maggio 2012. La Campania è la regione che in termini assoluti ha centrato più vincite di prima categoria, ben 19, seguita dal Lazio con 16 e dall’Emilia Romagna con 12. Seguono Puglia e Toscana, rispettivamente con 10 e 9 “6”. E nel 2016 ci sarà il restyling del Superenalotto che, seguendo le richieste degli appassionati, aumenterà le categorie di premio e quindi ci saranno più giocatori vincenti.

Le probabilità di vincere un premio al Superenalotto sono di 1 su 20. Le probabilità di vincere il montepremi sono di 1 su 622.614.630.