A dir poco insospettabile. 27 anni, ufficialmente imprenditore a Castelfranco Veneto, in realtà aveva organizzato un’azienda online che sfruttava la prostituzione. Pubblicava annunci a sfondo sessuale su internet per conto di ben quattro prostitute. ne otteneva una percentuale. A finire nei guai un 27 enne trevigiano, denunciato per sfruttamento della prostituzione. Si può dire che avesse ottimizzato le sue competenze lavorative, essendo il giovane un informatico. Per gestire il giro di prostitute utilizzava siti di annunci con sede all’estero. Questo finché non è stato individuato dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Castelfranco Veneto e denunciato per sfruttamento della prostituzione. In cambio delle prestazioni sessuali che le donne portavano a termine, otteneva un accredito sul conto PostePay.


Un tipo di business più diffuso di quanto non sembri, molto remunerativo per chi riesce a farla franca. Ad inizio mese i carabinieri avevano scovato una 48enne di nazionalità albanese che con lo stesso procedimento procurava lavoro ad una prostituta di 21 anni padovana.