maniaco treni



Violenza sessuale e rapina. E’ arrivata la condanna definitiva per un uomo residente a Trieste. E’ stato arrestato a Pescara dagli agente della squadra mobile abruzzese, perché responsabile di aver derubato diverse donne in treno dopo averle narcotizzate e, in alcuni casi, di averle palpeggiate. L’uomo è un 61enne di origini siciliane che lavorava come “driver” all’ippodromo di Montebello, a Trieste. Ora dovrà scontare una condanna di tre anni e otto mesi. Il relativo ordine di carcerazione è stato eseguito dagli uomini della squadra Mobile della Questura di Pescara. Gli episodi -come riporta il Gazzettino- iniziati nel 2008, sono andati avanti per alcuni anni. Ma come agiva? Saliva sui treni Euronight provenienti dall’Austria e in sosta tecnica alla stazione di Tarvisio Boscoverde e, una volta a bordo, avvicinava donne straniere offrendo loro, con diversi stratagemmi, del caffé contenente polvere narcotizzante; poi le derubava nel sonno e in alcuni casi le palpeggiava.

 

Il 61enne, che nell’ultimo periodo era a Pescara, talvolta ospite alla mensa dei poveri, appena saputo della sentenza della Cassazione si è presentato in Questura. Per lui, poi, si sono aperte le porte della casa circondariale pescarese di San Donato.

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE CURIOSE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO