La città di Svevo, Saba, Joyce. La capitale mittel d’Italia. Ma non solo… Trieste rivela un lato B che ha dell’incredibile. La polizia locale cittadina ha infatti denunciato 50 uomini, con età compresa dai 20 ai 74 anni. Tutti ‘beccati’ a commettere atti osceni nei bagni di un giardino pubblico, frequentato da famiglie e bambini. È quanto accaduto all’interno del giardino “De Tommasi”, in pieno centro cittadino. Si tratta di persone residenti in città e due di queste hanno precedenti specifici. Fra questi molti pensionati, alcuni dipendenti pubblici e anche un religioso. Alcuni sono sposati. L’indagine è scattata in seguito ad alcune segnalazioni di cittadini che avevano notato comportamenti ‘anomali’ nei bagni del giardino. Un mese fa la prima denuncia nei confronti di due uomini.
Le indagini sono poi continuate per ordine della Procura della Repubblica triestina e la polizia municipale ha continuato le indagini. Gli agenti hanno agito in borghese nelle tre settimane successive e si è arrivati quindi a 50 denunciati. In questi giorni -secondo quanto riporta il Gazzettino- sono stati convocati uno ad uno dai Vigili urbani per formalizzare la denuncia. Rischiano condanne da tre mesi a quattro anni e mezzo di reclusione.



VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO