galan

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST



L’ex Doge di Venezia, Giancarlo Galan da oggi non è più deputato. L’Aula della Camera ha infatti approvato la relazione della Giunta delle elezioni di Montecitorio che prevedeva la decadenza dal Parlamento sulla base della legge Severino. Galan era stato travolto dall’inchiesta Mose, arrestato assieme ad altre 34 persone ed ha trascorso 80 giorni in carcere per poi patteggiare 2 anni e dieci mesi di reclusione e 2,6 milioni di euro di multa. Ora sta scontando gli arresti domiciliari. Galan era stato chiamato in causa dai vertici del Consorzio Venezia Nuova (Cvn) ed avrebbe ricevuto ‘corpose’ tangenti per facilitare l’iter dell’opera. La giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera concesse l’arresto ma da allora non ha mai rinunciato allo stipendio di parlamentare aggrappandosi alla sua innocenza e alla cosiddetta legge Severino. Oggi è decaduto e vi è stato un solo voto contrario alla decadenza, da parte di Fontana di Forza Italia. L’aula ha quindi proclamato eletto Dino Secco, della lista Pdl, VII circoscrizione Veneto.