Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



E’ stata licenziata dal Comune di Venezia una dipendente di 62 anni, denunciata nel 2015 per essere più volte uscita durante l’orario di servizio per svolgere attività di naturale personale, come portare a spasso il cane. Dopo il patteggiamento, ora è stato portato a termine con il licenziamento il procedimento disciplinare avviato dall’amministrazione municipale. Alla donna, inquadrata in un ufficio amministrativo della Polizia locale, è stata contestata una trentina di ore di assenza ingiustificata dal lavoro per una decina di episodi tra marzo e maggio 2015, durante i quali erano stato raccolte prove (foto e film) dei suoi spostamenti mentre svolgeva commissioni personali. (Ansa)

PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE




La donna in questione -come scrive il Gazzettino- era finita al centro delle cronache lo scorso aprile, quando la Procura chiuse le indagini sul suo conto e ne chiese il processo. Le venivano contestate una trentina di ore di assenza ingiustificata dal lavoro per una decina di episodi tra marzo e maggio 2015, durante i quali era stata pedinata, fotografata e filmata mentre svolgeva commissioni personali, molto spesso portando in giro il suo cane, tra gli episodi contestati anche la visita di una mostra d’arte sull’isola di San Giorgio Maggiore. La dipendente era inquadrata in un ufficio amministrativo della Polizia locale e avrebbe avuto comunque possibilità di muoversi nell’ambito del suo lavoro per questioni istituzionali…