13161212_10153629416281395_1001282598_o

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST



Ha 15 anni, è originario del Burkina Faso e grazie al duro lavoro dei propri genitori, entrambi operai, vive con i suoi piccoli agi. Ha computer, tablet, cellulare, è ben vestito, sempre alla moda. Nonostante questo, ieri mattina alle 10 e 30, ha deciso di mettersi nei guai e di rubare in un negozio di abbigliamento di Vicenza nel centro commerciale Auchan di Vicenza. Il minorenne si è introdotto nel negozio “Piazza Italia” all’interno del centro acquisti e si è appropriato di un paio di bermuda ed un giubbotto per un valore di 84 euro, staccando il dispositivo anti-taccheggio, indossandoli e occultandoli così sotto gli abiti che già portava. E’ stato però notato dalla sorveglianza che ha allertato la polizia. Il giovane originario del Burkina Faso, è stato così denunciato per furto. Curiosa la reazione del padre, operaio, che appena finito il lavoro è andato a recuperare il figlio in questura. L’uomo, infastidito dal comportamento del figlio e quasi in lacrime, ha chiesto agli agenti di polizia che, se dovesse capitare ancora un episodio del genere, lo aiutino a spedire il figlio in Burkina Faso. “Se lo trovate la seconda volta lo rimando in Burkina Faso, perché non sa cosa vuol dire soffrire la fame”. “In questura -ha continuato il padre- finora sono venuto solo all’ufficio immigrazione, non tollero di dover venire ora per un furto di mio figlio al quale diamo tutto quello che serve. Il computer, il tablet, il cellulare, i vestiti e un’istruzione”