Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Mentre in tutto il Veneto le polveri sottili non accennano a diminuire, se non in presenza di precipitazioni o vento, arriva un dato allarmante dal Centro Nazionale Studi Respiratori di Verona. Sarebbero oltre 600 mila i veneti malati alle vie respiratorie: 270mila i malati di broncopneumopatia cronica ostruttiva e asma bronchiale (Bpco), 340mila quelli con asma grave.
Le città più colpite sono Venezia, Verona e Padova:la prima conta 18mila malati di asma e 14mila di Bpco,per Verona 18 mila di asma e 14mila di Bpco, per Padova 14500 per asma e 11500 per Bpco. Per Roberto Dal Negro, responsabile Centro Nazionale Studi Respiratori di Verona “le malattie cronico ostruttive delle vie respiratorie nella regione rappresentano già la terza causa di morte nonostante in tutto il mondo questa proporzione fosse attesa per il 2030. Si è registrato un indice di mortalità dell’1,5%. Le più fatali sono le malattie cardiovascolari con 7/100; seguono nel ranking le neoplastiche. Questi dati sono validi per tutte le province della regione”. Il Veneto è tra le regioni che ricorre meno alle ospedalizzazioni per Bpco. Sono 9 mln gli italiani malati di Bpco; 3 mln i colpiti dall’asma. Più di 300mila quelli con asma grave. PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE