profughi
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Una notizia che sta aprendo un altro preoccupante fronte di dibattito. Un hotel a 4 stelle alle porte di Verona, funzionante e con prenotazioni in corso, è stato requisito dal prefetto, Salvatore Mulas, affinché nella struttura vengano ospitati profughi in arrivo dal 30 ottobre 2016 al 31 gennaio 2017. La notizia, secondo il sindaco di Castel D’Azzano (Verona), Antonello Panuccio, è confermata e il primo cittadino dovrà accettare passivamente la decisione.
Si tratta dell’Hotel Cristallo, che conta 94 stanze e la cui proprietà possiede altre due strutture a 4 stelle nella zona. E’ stato individuato dal prefetto veronese come struttura di accoglienza in vista di un nuovo arrivo di richiedenti asilo.
Il sindaco ha aggiunto: «Poi vedremo la nostra capacità di trasformare il problema in un’opportunità anche attraverso le tante associazioni che ci sono sul territorio, dalle parrocchie al volontariato. Questo avverrà nel clima più disteso possibile, ma anche con il pieno diritto di esprimere la nostra indignazione».
Ai titolari, per il momento, non sarebbero arrivate comunicazioni ufficiali da parte della Prefettura e anche oggi la reception dell’hotel ha continuato a ricevere e accettare prenotazioni di camere. I rappresentanti degli albergatori di Confcommercio hanno espresso sconcerto e preoccupazione.
«È un precedente pericoloso. Stiamo andando verso l’esproprio di Stato». Così il vicesegretario federale ed eurodeputato della Lega Nord, Lorenzo Fontana, ha commentato la decisione della Prefettura.

PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE