temporali
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, il Centro Funzionale Decentrato della Protezione Civile della Regione Veneto ha prolungato a sabato 23 luglio fino alle ore 9.00 lo stato di attenzione dichiarato ieri per possibili criticità idrogeologiche dovute ai temporali, nel bacino idrografico dell’Alto Piave, in provincia di Belluno.

Le previsioni meteo indicano infatti, nel periodo considerato, sulle zone montane e pedemontane la possibilità, fino a medio-alta, di rovesci o temporali. Qualche fenomeno potrebbe anche estendersi sulle zone della pianura settentrionale.

ECCO LE PREVISIONI ARPAV PER I PROSSIMI GIORNI PIANURA E MONTAGNA
Tempo previsto

venerdì 22. Al mattino in prevalenza sereno o poco nuvoloso. Nel corso della giornata sulle zone pedemontane generale aumento della nuvolosità con diffusi annuvolamenti cumuliformi. In pianura parziale nuvolosità dalle ore centrali e sulle zone settentrionali, con schiarite e annuvolamenti; tempo più soleggiato sulle zone orientali e meridionali.
Precipitazioni. Dalle ore centrali sulle zone pedemontane probabilità medio bassa (25-50%) di fenomeni perlopiù locali e sulla pianura settentrionale probabilità bassa (5-25%); fenomeni altrove assenti.
Temperature. Minime stabili; stazionarie o in lieve aumento in pianura.
Venti. Deboli/variabili, a regime di brezza sulla costa e nelle valli.
Mare. In prevalenza poco mosso.

sabato 23. Sulle zone pedemontane tempo in parte soleggiato al mattino, poi più instabile dalle ore centrali; in pianura parzialmente soleggiato, con annuvolamenti e schiarite, più ampie sulle zone orientali e meridionali.
Precipitazioni. Probabilità in aumento fino a medio-alta (50-75%) nelle ore pomeridiane, di precipitazioni sparse e a carattere di rovescio sulle zone pedemontane; in pianura non si esclude (probabilità bassa 5-25%) qualche locale rovescio o temporale sulle zone interne e settentrionali, nelle ore centrali e pomeridiane.
Temperature. Minime senza variazioni di rilievo, in contenuta diminuzione nei valori massimi.
Venti. Perlopiù deboli orientali, con locale presenza di brezze.
Mare. Calmo o poco mosso.

Tendenza

domenica 24. Tempo variabile, con nuvolosità alternata a schiarite più probabili sulla pianura orientale. Possibile qualche precipitazione anche a carattere di rovescio o temporale. Temperature minime senza variazioni di rilievo, massime in possibile lieve calo.

lunedì 25. Tempo parzialmente soleggiato; possibilità di qualche isolato piovasco o rovescio specie sulle zone interne. Temperature in lieve ripresa.
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

MONTAGNA
venerdì 22. Tempo da soleggiato a parzialmente soleggiato per la presenza di qualche velatura al mattino, poi per lo sviluppo di addensamenti cumuliformi in grado di dar luogo a fenomeni termo-convettivi. Clima ancora estivo a tutte le quote, nonostante la riduzione del soleggiamento.
Precipitazioni. Al mattino pressoché assenti (0/10%), nel corso del pomeriggio la probabilità di rovesci e temporali sarà in aumento fino a (60/70%) sulle Dolomiti, mentre il rischio sarà minore sulle Prealpi (40/50%). Gli apporti di pioggia saranno molto variabile da 0 a 20 mm, localmente superiori in caso del perdurare dell’instabilità.
Temperature. Minime pressoché stazionarie e massime in lieve flessione. Punte previste di 28/29°C nelle conche prealpine e di 23/24°C a 1000/1200 m. Su Prealpi a 1500 m min 15°C max 18°C, a 2000 m min 11°C max 15°C. Su Dolomiti a 2000 m min 10°C max 16°C, a 3000 m min 6°C max 7°C.
Venti. Nelle valli deboli o moderati per brezze; in quota deboli o moderati da Sud-Ovest, a 5-10 km/h a 2000 m, 15-25 km/h a 3000 m.

sabato 23. Tratti soleggiati, anche ampi, nella prima parte del giorno. Poi la nuvolosità da irregolare tenderà ad aumentare fino a cielo molto nuvoloso o coperto, associato a fenomeni termo- convettivi al pomeriggio/sera. Clima sempre estivo, anche se un po’ meno caldo.
Precipitazioni. Al mattino pressoché assenti (0/10%), nel corso del pomeriggio la probabilità di rovesci e temporali sarà in aumento fino a (60/80%) sulle Dolomiti, mentre il rischio sarà minore sulle Prealpi (40/60%).
Temperature. In generale lieve flessione con punte di 27/28°C nei fondovalle prealpini e di 22/23°C a 1000/1200 m. Su Prealpi a 1500 m min 13°C max 17°C, a 2000 m min 10°C max 15°C. Su Dolomiti a 2000 m min 9°C max 16°C, a 3000 m min 5°C max 6°C.
Venti. Nelle valli deboli o moderati, anche per brezze; in quota perlopiù moderati da Sud-Ovest, a tratti tesi sulle cime più alte, a 5-15 km/h a 2000 m, 15-35 km/h a 3000 m.

Tendenza

domenica 24. Il tempo sarà variabile, a tratti un po’ instabile, con momenti soleggiati, più probabili al mattino, e nuvolosità stratiforme, assieme a qualche addensamento si svilupperà al pomeriggio, quando il rischio di rovesci ed occasionali temporali non sarà da escludere, anche se il rischio sarà minore rispetto a sabato, specie sulle Prealpi. Temperature senza notevoli variazioni. In quota venti deboli da Sud al mattino, poi da Sud-Est.

lunedì 25. Il cielo risulterà spesso assai nuvoloso per estese nubi medio-alte e per qualche annuvolamento più intenso. Non esclusa una leggera e residua instabilità con qualche piovasco al pomeriggio. Clima un po’ meno caldo per deficit di sole. Venti deboli dai quadranti settentrionali.