cintura castità



Singolare episodio a Padova, dove una donna si è presentata al comando dei Vigili del Fuoco con una strana richiesta: «Ho perso le chiavi e non riesco ad aprire il lucchetto». Si tratta di una donna di mezza età e la sua richiesta ha causato imbarazzo ed ilarità, prima fra i vigili, poi nel mondo intero. E’ successo, secondo quanto riporta il Mattino di Padova, al comando di via San Fidenzio e in caserma. Prima di arrivare a chiedere aiuto, la donna ha fatto diversi tentativi e non deve essere stato facile superare gli imbarazzi e chiedere aiuto dei pompieri. Questi ultimi (supponiamo che trattenessero le risate) hanno svolto come sempre il loro compito ed hanno aperto il lucchetto. Sembra che la donna non sia stata obbligata da nessuno ad indossare la cintura di ferro. Probabilmente una scelta religiosa radicale l’ha spinta a questa decisione. Lei stessa avrebbe ammesso arrossendo di averlo scelto liberamente. Approfittiamo per parlare del sequeri, che molti anziani e non solo si ricorderanno.


Il Sequeri è una forma di preghiera popolare cristiana, che la tradizione consiglia per recuperare le cose perdute. Questa forma di preghiera, oggi meno diffusa rispetto a un tempo, deriva il suo nome dalla storpiatura del latino: “si quaeris miracula”, parole iniziali del responsorio a Sant’Antonio di Padova, invocato dal popolo per trovare un oggetto smarrito (poiché Antonio, come Sant’Onofrio il Peloso e San Graziano di Tours, è protettore di chi cerca oggetti smarriti). Per tradizione popolare tale preghiera va recitata senza interruzione per tredici volte di seguito (da cui il nomignolo “tredicina di sant’Antonio”).

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE CURIOSE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO