anziani
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



La Polizia di Trieste, dopo la commissione di svariate truffe ad anziani perpetrate nel centro cittadino e nelle regioni del nord est, ha avviato un’attivita’ di indagine che ha consentito di trarre in arresto due pericolosi truffatori specializzati. Come scoperto dagli uomini della Squadra Mobile giuliana, oltre a operare in ambito regionale, il duo aveva scelto proprio Trieste come luogo privilegiato per le proprie Piscopo Raffaele e Gargiulo Michele, di origini campane, scorribande. spacciandosi per avvocati, si facevano preannunciare da una telefonata alla vittima, da parte di finti assicuratori od appartenenti alle forze dell’ordine. Nella circostanza paventavano l’avvenuto incidente stradale provocato da un familiare che per evitare il carcere avrebbe dovuto pagare una consistente somma di danaro. Il malcapitato anziano, indotto in un grave stato di stress, consegnava ai malfattori monili e importanti somme di danaro. Dopo l’ultima truffa perpetrata a Trieste lo scorso 20 luglio, gli agenti della Squadra Mobile hanno effettuati servizi ad ampio raggio, sin dalle prime ore dell’alba su vari caselli autostradali e vie di collegamento, in collaborazione con i colleghi della Questura di Venezia. PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

La Polizia e’ riuscita quindi a localizzare un’autovettura in uso ai malviventi, bloccati, con i colleghi di quel Commissariato, dopo una truffa ai danni di un anziano avvenuta a Portogruaro. Le successive perquisizioni hanno consentito di recuperare tutta la refurtiva relativa alle truffe perpetrate a Trieste e Portogruaro, nonché altri preziosi di provenienza illecita. La Polizia ritiene che gli stessi siano gli autori di numerose truffe perpetrate, con il medesimo modus operandi, negli ultimi mesi tra Belluno, Gorizia, Padova, Pordenone, Treviso, Trieste, Venezia, ed altre città del nord est.
ladri