disco orario taroccato




Parcheggiava la sua auto per ore senza pagare alcunché e non si sa per quanto tempo aveva preso in giro gli agenti di polizia locale. In effetti un trucchetto difficile da scoprire.
Un’automobilista thienese è stato segnalato dalla polizia locale Nordest Vicentino all’autorità giudiziaria per truffa aggravata, dopo essere stato scoperto ad esporre un disco orario motorizzato all’interno dell’auto in sosta su un parcheggio interrato di Thiene. Come da indicazione dell’amministrazione Comunale di Thiene, la Polizia Locale Nordest Vicentino ha intensificato i controlli sui parcheggi di Thiene.
E’ finito così nei guai D.D. quarantenne thienese, che ha parcheggiato la sua auto di grossa cilindrata su un parcheggio di Thiene e ha posizionato sul cruscotto del proprio veicolo l’ingegnoso dispositivo che, mediante un motorino collocato dietro il cartoncino-indicatore del disco orario, automaticamente spostava in avanti la lancetta del disco orario come un orologio consentendo quindi sempre di aggiornare l’ora di arrivo negli stalli di sosta e consentirgli quindi una sosta per più periodi.

 

A scoprire il giochetto un agente di quartiere della Polizia Locale Nordest Vicentino che il giorno 18 febbraio 2016 alle ore 10:20 circa durante il controllo in un parcheggio del centro storico thienese ha notato un’auto in sosta sempre nello stesso stallo e con l’orario di inizio della sosta, esposto sul parabrezza, sempre in regola.
Insospettito l’agente ha effettuato un controllo più approfondito notando che, sistematicamente, la lancetta con l’orario di inizio della sosta automaticamente avanzava con il trascorrere del tempo.
Il proprietario del veicolo, giunto nel frattempo sul parcheggio, veniva denunciato all’Autorità Giudiziaria per truffa aggravata ed il disco orario motorizzato veniva sottoposto a sequestro.

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE CURIOSE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO