Anche dal Veneto venerdì 20 marzo sarà possibile vedere l’eclissi di sole. La nostra regione sarà una di quelle che maggiormente potranno vedere questo straordinario fenomeno. Intorno alle 9.30, infatti, la luna inizierà a oscurare il sole, proprio nel giorno dell’equinozio di primavera, e la massima copertura sarà raggiunta dopo un’ora, pochi minuti dopo le 10,30.

L’eclissi sarà totale solamente in alcune zone intorno alle isole Faroe, a nord della Danimarca mentre in Veneto, l’oscuramento del sole sarà di circa il 70 per cento, una delle percentuali più alte della penisola. In Sicilia, per esempio, sarà visibile al 50%. Chi si aspetta un momento di oscurità totale rimarrà probabilmente deluso. Secondo le previsioni sarà simile al grigiore che accompagna alcuni temporali estivi. In ogni caso, se la giornata sarà serena, il fenomeno sarà decisamente suggestivo. Probabilmente si verificheranno fenomeni tipici di queste occasioni, come l’irrequietezza degli animali, gli uccelli che tornano ai propri nidi. L’ultima grande eclissi avvenne nel 1999

 

Ma cos’è un’eclissi solare? Viene definito come un noto fenomeno ottico di oscuramento di tutto o di una parte del disco solare da parte della Lunavisto dalla Terra che si verifica durante il novilunio. Si tratta di un evento piuttosto raro: Sole, Luna e Terra devono essere perfettamente allineati in quest’ordine; ciò è possibile solo quando la Luna, la cui orbita è inclinata di cinque gradi rispetto all’eclittica, interseca quest’ultima in un punto detto nodo. Quando il nodo si trova tra la Terra e il Sole, l’ombra della Luna passa in alcuni punti della superficie terrestre e si assiste a un’eclissi solare. Se invece il nodo si trova dalla parte opposta, si ha un’eclissi lunare.
Fasi di un’eclissi totale[modifica | modifica wikitesto]
Primo contatto esterno: il profilo vero della Luna è tangente esternamente al bordo del Sole.

Primo contatto interno: il profilo vero lunare è tangente internamente a quello solare; inizia la totalità.

Totalità: è chiamata anche fase massima o di massimo oscuramento della luce del Sole.

Secondo contatto interno: termina la totalità.

Secondo contatto esterno: il profilo vero lunare Luna è tangente esternamente al disco del Sole; termine dell’eclissi.

L’eclissi totale del 29 marzo 2006 fu vista parziale dall’Italia dove si presentò con una magnitudine del 54%. L’eclissi del 1º agosto 2008 è stata trascurabile per l’Italia a causa della bassissima magnitudine. Tuttavia l’eclissi totale del 20 marzo 2015 sarà visibile come parziale dal territorio italiano.

L’ultima eclissi totale centrale avvenuta nel XX secolo per l’Italia fu quella del 15 febbraio 1961.

L’ultima eclissi che fu visibile come quasi totale dall’Italia fu l’11 agosto 1999. L’eclissi del 3 ottobre 2005 fu visibile parzialmente dall’Italia, ma fu quasi totale dalla Sicilia.

Le prossime eclissi totali visibili dall’Italia avranno luogo nelle seguenti date:

2 agosto 2027

3 settembre 2081