Giancarlo-Galan
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Niente sconti per l’ex Doge di Venezia, Giancarlo Galan. L’ex ministro dovra’ scontare fino al termine (il prossimo Natale) i 2 anni e 10 mesi patteggiati per corruzione nell’ambito dell’inchiesta Mose. Il Tribunale di sorveglianza di Padova ha infatti respinto la richiesta di riduzione di pena, pari a 45 giorni per ogni semestre di condanna, presentata dai suoi avvocati.
    Sul ‘no’ della sorveglianza pesa il comportamento tenuto da Galan, in particolare il danneggiamento degli arredi registrato dopo il trasloco del politico da Villa Rodella, la residenza che gli è stata confiscata per far fronte al ‘debito’ di 2,6 milioni con lo Stato, ovvero la multa oggetto del patteggiamento. Danni che Galan aveva poi provveduto a sistemare. Ma per il Tribunale di Sorveglianza questo sarebbe stato un atto dovuto. Gli avvocati di Galan hanno annunciato ricorso in Corte di Cassazione (fonte ANSA).
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE