Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Quando i genitori danno il cattivo, anzi cattivissimo esempio.
Rissa sugli spalti tra genitori a Fossalta di Portogruaro (Venezia) durante l’incontro di calcio tra due squadre locali di giovanissimi, la Fossaltese e la Gregorense Trinitas Pontevi, squadra dell’Arcella di Padova. A scaldare gli animi è stato l’epiteto “negro di m….” lanciato a fine gara ad un calciatore di 13 anni di colore della Fossaltese. La bagarre dal campo si è trasferita sugli spalti, dove solo volati pugni e offese irripetibili tra i familiari dei mini atleti.

Per la cronaca la squadra padovana ha vinto, ma non è questo che fa notizia. A fine gara un ragazzino di colore di 13 anni della Fossaltese sarebbe stato bollato come “Negro di m…” da un avversario padovano.
La rissa si è estesa sugli spalti fra i genitori. Un papà padovano avrebbe sferrato un pugno ad una altro papà della squadra avversaria.

strong>PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

Come spesso accade le versioni dei protagonisti sono differenti. Il presidente e il responsabile del Settore giovanile della Gregorense raccontano di essere stati insultati sia in campo che in tribuna durante tutta la gara e le provocazioni sarebbero state continue sia in campo che fuori. Rimandano tutto al rapporto dell’arbitro che potrà fare luce, parzialmente, su quanto accaduto. Quanto alle accuse di razzismo (l’offesa sarebbe partita da un padovano) respingono con decisione e ricordano che nelle loro squadre vi è una decina di ragazzi di colore.
Comunque vada, è stata una sconfitta generale-