duce

Recuperare la storia di un territorio al di là delle ideologie. E’ quanto ha fatto l’ANPI di Recoaro

Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Una scritta del Duce, una delle tante che apparivano su molte case dagli anni ’30, è stata restaurata a Recoaro Terme dal gruppo locale dei partigiani dell’Anpi. “Giudici dei nostri interessi, garanti del nostro avvenire, siamo noi. Soltanto noi. Esclusivamente noi e nessun altro”. Firmato Benito Mussolini. Così riporta la frase pronunciata dal Duce nel 1935 e dipinta su un muro a Recoaro. Il proclama era ormai sbiadito e qualche parola era illeggibile.
    Ora la scritta è tornata grazie ai partigiani agli antichi splendori. Parole nere su fondo bianco incorniciate da una cornice dipinta colore bordeaux. “Questo rientra – ha spiegato il presidente provinciale Danilo Andriollo – in un percorso di recupero della memoria storica che l’Anpi di Recoaro porta avanti”.
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE