Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Doveva essere una serata di festa ma è diventata un incubo. Ricevimento per matrimonio movimentato in un appartamento di piazzale Giusti a Vicenza sabato sera alle 22.30. Una violenta rissa è scoppiata nel corso di un ricevimento per un matrimonio fra due transgender. Gli agenti delle volanti sono stati chiamati e per calmare gli animi hanno dovuto usare anche lo spray al peperoncino.
La festa era stata organizzata per due futuri sposi.
Alla fine sono stati arrestati Juan José Moscol Medina, peruviano di 35 anni, e Evelyn Leticia Ferri, dominicana di 22,
residenti a Pistoia.
Nel corso delle festa, secondo una prima ricostruzione, sarebbe nato un violento diverbio fra la ragazza dominicana ed un transessuale di 33 anni. Secondo quanto riporta Il Giornale di Vicenza, la giovane avrebbe colpito il 33enne con un tirapugni. La Ferri avrebbe poi colpito anche il fidanzato di quest’ultimo, un 38enne. Quando gli agenti sono arrivati sul posto hanno trovato le due coppie. I due trans erano feriti e hanno dovuto richiedere le cure dei sanitari del 118. Al momento dell’identificazione, Medina ha reagito violentemente, rifiutandosi di consegnare i documenti ed aggredendo i poliziotti. Sul posto sono accorsi anche i carabinieri e la polizia locale. PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

La 22enne ha fatto la sua parte, aggredendo a sua volta le forze dell’ordine. La coppia è stata arrestata ed è indagata per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, ma potrebbero anche essere denunciati dalla coppia trans.