scuola veneto 2016 2017
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Il calendario 2017-2017 della scuola in Veneto. Ecco le novità per il prossimo anno.
La Giunta regionale ha approvato, su proposta dell’assessore alla scuola e alla formazione, il calendario scolastico 2016-17 per le scuole di ogni ordine e grado in Veneto: la campanella del primo giorno di scuola, dopo le vacanze estive, suonerà per tutti il 12 settembre e le attività scolastiche proseguiranno fino al 10 giugno, ad eccezione delle scuole d’infanzia aperte sino al 30 giugno 2017.
La principale novità nel calendario del prossimo anno è la settimana dedicata allo sport, compresa tra il 27 febbraio e il 4 marzo. La chiusura delle scuole per le vacanze di Carnevale (dal 27 febbraio al 1° marzo nel 2017 ) si prolungherà, così, con altre tre giornate che saranno dedicate “in orario scolastico e alla presenza degli insegnanti”, ad attività finalizzate a far conoscere le diverse discipline sportive presenti nel territorio. “L’obiettivo – spiega l’assessore all’istruzione della Regione Veneto – è avvicinare i ragazzi all’attività sportiva, nella certezza che lo sport costituisce il naturale completamento dell’attività formativa svolta nelle scuole”. La Regione, per parte sua, sosterrà in modo concreto l’organizzazione di tali giornate. “Grazie all’autonomia scolastica – aggiunge l’assessore – offriamo una opportunità in più agli studenti e alle famiglie, consentendo a chi pratica gli sport invernali di frequentare le piste di sci e a tutti di sperimentare, nei propri ambienti scolastici, una o più attività sportive”.
“La proposta ha incontrato subito la disponibilità del Coni regionale e l’entusiasmo dei docenti di educazione fisica che dovranno rendere effettiva l’opportunità di avvicinarsi praticare le diverse discipline sportive in quel periodo”, osserva la referente delle politiche per l’istruzione della Regione Veneto.
La Regione ha già siglato in precedenza alcuni protocolli d’intesa con la Federazione sport equestri, Federazione italiana nuoto, Federazione italiana rugby, Federazione italiana vela e con altre federazioni sportive sono invia di definizione analoghi protocolli, come quello relativo all’hockey su ghiaccio e pista (discipline particolarmente praticate in veneto) e quello per gli sport da contatto. “In questi anni c’è stata una linea costante di coerenza nelle scelte della Regione per favorire lo sport nelle scuole”, fa presente l’assessore, ricordando progetti come PiùSport@scuola (ripreso anche a livello nazionale) e i diversi protocolli siglati di recente.
“ Certamente la novità del calendario scolastico di quest’anno – sottolinea – è dettata dalla volontà di favorire la diffusione e la pratica degli sport invernali, anche a seguito delle sollecitazioni del Collegio regionale dei maestri di sci che intende promuovere non solo queste discipline sportive, che hanno una importante tradizione locale e nazionale, ma anche valorizzare il nostro territorio e l’economia della nostra montagna. Favorendo questo progetto – prosegue l’assessore – mi auguro che si possa aiutare la formazione di nuovi futuri campioni dello sport, che con il loro talento rendano onore al Veneto e all’Italia, come la ‘nostra’ Federica Pellegrini, che con i suoi successi nel nuoto sarà l’alfiere della nostra squadra olimpica a Rio de Janeiro”.PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

L’altra novità nel calendario 2016-17 riguarda gli studenti di Treviso che, in concomitanza con l‘adunata nazionale degli alpini di maggio 2017, avranno cinque giorni di vacanza. Le scuole di Treviso e dei comuni contermini (Silea, Carbonera, Casale sul Sile, Casier, Mogliano Veneto, Zero Branco, Preganziol. Quinto,paese, Ponzano Veneto, Villorba, Morgano, San Biagio di Callalta, Maserada sul Piave) sospenderanno l’attività didattica dall’11 al 15 maggio. “L’adunata nazionale delle penne nere in programma dal 12 al 14 maggio – spiega l’assessore – comporterà un forte afflusso di partecipanti, con conseguenti necessità di ospitalità e logistica. In quei giorni le scuole statali e paritarie dell’area saranno tutte coinvolte, per contribuire ad ospitare alpini, familiari, simpatizzanti e le attività di servizio e di sicurezza. Gli istituti scolastici della Marca dovranno comunque garantire i 200 giorni di attività scolastica previsti dalle disposizioni ministeriali”.
Per tutti gli altri studenti del Veneto i giorni di vacanza prestabiliti, oltre alle consuete festività obbligatorie, saranno il 9 e 10 dicembre (ponte dell’Immacolata), dal 24 dicembre al 7 gennaio compreso (vacanze di Natale) con rientro in classe lunedì 9, dal 27 febbraio al 4 marzo (settimana dello sport) e dal 13 al 18 aprile (vacanze di Pasqua).