Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Nei giorni scorsi, i Finanzieri della Tenenza di Montebelluna hanno individuato e controllato un esercizio commerciale, rinvenendo e sottoponendo a sequestro oltre 15.600 prodotti privi dei requisiti minimi di sicurezza previsti per la commercializzazione: articoli per la casa, accessori per l’abbigliamento e per la persona, materiale informatico. Il servizio rientra nella sempre più incisiva azione del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Treviso a tutela del c.d. Made in Italy e dei consumatori, per contrastare la messa in vendita di oggetti pericolosi per la salute, in quanto non conformi agli standard di sicurezza nazionali ed europei. L’esercizio commerciale di Caerano di San Marco, su cui si è incentrata l’attenzione operativa delle Fiamme Gialle, accoglieva giornalmente una vasta platea di acquirenti, attratti dai prezzi notevolmente convenienti dei prodotti, ma non adeguatamente informati riguardo alle modalità di fabbricazione, alla provenienza ed alla qualità della merce che comunque appariva di normale fattura ed alla moda. Il titolare dell’attività, di origine cinese, è stato segnalato alla Camera di Commercio di Treviso per violazione delle disposizioni del Codice del Consumo, per la quale è prevista una sanzione in via amministrativa fino a 100 mila euro. Un duro colpo quello inflitto dai Finanzieri della Marca al mercato falsato da chi tenta di immettere in commercio ingenti quantitativi di oggetti non conformi alle prescrizioni di legge, già esposti sugli scaffali e pronti per essere venduti. Il bilancio dell’operazione condotta dai militari del Comando Provinciale di Treviso evidenzia, ancora una volta, il costante presidio di sicurezza economico-finanziaria attuato sul territorio, che già ha permesso di sequestrare, nei primi mesi dell’anno, anche quasi 3.000 prodotti recanti marchi contraffatti.
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE