nomadi zane
Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



 Dopo la sanguinosa sparatoria al campo nomadi abusivo di via Liguria a Zané, dove si sono confrontate due famiglie sinti (Helt e Kari) e nella quale è stato ucciso il 51enne Davide Kari e gravemente ferito Vianello Kari di 41, il sindaco di Schio prende una netta posizione contro la presenza della famiglia nomade Helt nelle case Ater di Schio. «La famiglia Helt deve lasciare la casa Ater che occupa regolarmente da 7 anni nel quartiere Stadio», questo il messaggio del sindaco della città Valter Orsi. Carabinieri e polizia stradale hanno arrestato quattro persone, tre delle quali appartenenti alla famiglia Helt, notissima alle forze dell’ordine per una serie di reati predatori. La capostipite Lucia di 59 anni e i figli Davide di 38 anni e Fulvio di 22 oltre a Paradise Kari. La famiglia Helt dal 2009 con la giunta del sindaco di centrosinistra Luigi Dalla Via vive in città in una casa assegnata dall’Ater.
L’attuale sindaco Valter Orsi interviene su Facebook con un messaggio chiaro: «Se verrà riconosciuta un’implicazione della famiglia Helt che abita in una casa Ater di Schio farò il possibile per evitare che i tre soggetti scontino lì gli eventuali arresti domiciliari. Per questo mi rivolgerò personalmente al Prefetto Eugenio Soldà». «Ho chiesto ufficialmente all’Ater di rivedere i criteri di assegnazione e togliere l’affidamento dell’appartamento. Ora confido che le indagini delle forze dell’ordine facciano chiarezza sulle responsabilità di questo atto. I nostri territori non meritano queste violenze. Un appartamento di 4 metri quadri, con le grate alle finestre, per dieci anni, è meritato per i protagonisti di questa vicenda, sia chi che sia». (nelle foto: sopra, il campo abusivo sinti in via Liguria a Zané dove abita la famiglia Kari, sotto i quattro arrestati)
PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE

x nomadi zane