Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Neve oppure no? Stando alle previsioni meteo dell’Arpav non vi sarebbero concrete possibilità di neve ma arriva comunque la protezione civile veneta mette in guardia da «clima rigido, gelate e possibilità di nevicate anche in pianura». Non resta quindi che attendere.
Il centro funzionale decentrato della protezione civile della Regione ha decretato lo Stato di Attenzione per nevicate su tutto il territorio, dalla mezzanotte di oggi alle 8.00 di mercoledì 11 gennaio.

In considerazione della prevista formazione di ghiaccio – è scritto nel bollettino emesso nel pomeriggio – è «raccomandato agli Enti gestori delle infrastrutture stradali e ferroviarie di assumere ogni iniziativa adatta a garantire la funzionalità e la sicurezza della viabilità».

ECCO INVECE LE PREVISIONI DELL’ARPAV VENETO
Evoluzione generale
La depressione centrata sui Balcani tenderà a spostarsi verso Ovest congiungendosi ad un sistema depressionario in transito sull’Europa settentrionale. Sul Veneto è atteso un peggioramento martedì con qualche debole nevicata su Prealpi e pianura. In seguito pressione in temporaneo aumento con condizioni in miglioramento. Da giovedì pomeriggio nuovo passaggio di una depressione sul Nord Italia con associata aria fredda e possibilità di qualche debole precipitazione nevosa fino a quote pianeggianti.
Il tempo oggi
lunedì 9
Previsioni per il pomeriggio/sera di oggi. Parzialmente nuvoloso per passaggio di nubi medio-alte. Precipitazioni assenti. Temperature massime in calo con gelate diffuse dalla serata. Valori termici ancora sotto la media del periodo.

PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE




Tempo previsto
martedì 10. In prevalenza nuvoloso.
Precipitazioni. Probabilità medio-bassa (25-50%) di qualche debole precipitazione nevosa. Si tratterà di fenomeni modesti che potranno dare accumuli al suolo fino a 1-3 cm, più probabili sui settori centro-occidentali e meridionali.
Temperature. Minime in aumento in pianura, stazionarie sulle zone pedemontane; gelate diffuse. Valori massimi in calo salvo risultare stazionari sulla costa. Temperature ancora ben sotto la media del periodo.
Venti. Da Nord-Est in prevalenza moderati a tratti tesi sulla costa.
Mare. Mosso.

mercoledì 11. Fino al primo mattino residua nuvolosità in seguito cielo sereno o poco nuvoloso.
Precipitazioni. Fino alle prime ore del mattino possibili (probabilità bassa 5-25%) residue debolissime nevicate su zone pedemontane centro-occidentali. In seguito assenti ovunque.
Temperature. Minime in calo, massime in aumento salvo risultare in calo sulle zone costiere. Gelate diffuse nelle ore più fredde.
Venti. Fino alle prime ore residui venti moderati da Nord-Est, in seguito venti deboli, a tratti moderati, da Ovest.
Mare. Da mosso a poco mosso.

Tendenza
giovedì 12. Graduale peggioramento con cielo fino a molto nuvoloso dal pomeriggio. Precipitazioni assenti al mattino, nel corso del pomeriggio probabili deboli precipitazioni sparse ed intermittenti, nevose fino in pianura ma senza accumuli significativi. Temperature stazionarie o in lieve aumento. Moderato rinforzo dei venti da Nord-Est sulla costa verso fine giornata.
venerdì 13. Cielo in prevalenza nuvoloso o molto nuvoloso con qualche fiocco di neve misto a pioggia. Temperature minime in aumento, massime in contenuto aumento

MONTAGNA

Evoluzione generale
La depressione fredda in quota sui Balcani, in iniziale fase di allontanamento, con afflusso di aria meno fredda sulla montagna veneta, tornerà ad avvicinarsi all’Italia dalla serata di lunedì, posizionando martedì il suo minimo sulle coste della Croazia. La sua circolazione provocherà però sulla nostra regione solo un nuovo afflusso di aria fredda da Nord-Est, magari anche un po’ umida nei bassi strati. Fra mercoledì e giovedì le correnti ruoteranno a Ovest, in attesa del transito venerdì di una debole e veloce perturbazione atlantica da Ovest Nord-Ovest con Stau sui versanti esteri e Foehn sul versante italiano.
Il tempo oggi
lunedì 9
Previsioni per il pomeriggio di oggi. Tempo molto soleggiato con cielo sereno, salvo residue nubi medio-alte. Aria tersa ed ottima visibilità. Il freddo è minore in quota (da 1 a 5°C tra i 1000 e 1500 m, mentre si è rimasto da 0 a -2°C nel catino bellunese), mentre rimane particolarmente presente nei fondovalle, specie nei settori in ombra, dove persisterà una lieve inversione termica. Temperature diurne sotto la norma. Dopo il tramonto accentuazione del freddo in quota per nuova avvezione d’aria fredda. Venti da deboli a moderati da Nord Nord-Est in quota, anche tesi sulle vette più alte e su alcune dorsali prealpine.
Tempo previsto
martedì 10. Parzialmente soleggiato sulle Dolomiti, anche se con qualche annuvolamento stratiforme medio-alto, più presente al pomeriggio. Sulle Prealpi maggiore nuvolosità, anche per nubi basse, che nel pomeriggio/sera potrebbero essere associate a qualche fenomeno. Clima di nuovo più freddo a tutte le quote.
Precipitazioni. Generalmente assenti sulle Dolomiti (0/10%), mentre saranno possibili debolissime nevicate sulle Prealpi e la pedemontana, specie sui settori centro-occidentali (40/50%), fino a bassa quota. Sono previste tracce o pochissimi 1-3 cm, localmente fino a 5 cm tra i Lessini e l’altopiano di Asiago.
Temperature. In nuova sensibile diminuzione in quota e nelle valli dolomitiche; dove le minime saranno raggiunte alla sera. Nelle valli prealpine e sugli altopiani minime in rialzo e massime in diminuzione con ridotta escursione termica. Su Prealpi a 1500 m min -9°C max -7°C, a 2000 metri min -10°C max -8°C; su Dolomiti a 2000 metri min -11°C max -8°C, a 3000 m min -14°C max -12°C.
Venti. Nelle valli deboli di direzione variabile, in quota deboli o moderati da Nord-Est,in rinforzo alla sera, a 5-15 km/h a 2000 m, a 10-25 km/h a 3000 m.
mercoledì 11. Tempo in prevalenza soleggiato e freddo con cielo poco nuvoloso per transito di annuvolamenti medio-alti (lee, clouds), più presenti sulle Prealpi. Clima di nuovo più freddo nelle valli, mentre in quota aria meno fredda giungerà da Ovest nel pomeriggio.
Precipitazioni. Assenti (0%).
Temperature. Minime in ulteriore diminuzione, massime in calo nelle valli in mobra ed in ripresa in alta quota e nelle più soleggiate. Su Prealpi a 1500 m min -10°C max -5°C, a 2000 m min -11°C max -7°C; su Dolomiti a 2000 m min -12°C max -7°C, a 3000 m min -15°C max -10°C.
Venti. Nelle valli generalmente deboli, in quota moderati o tesi da Nord tra la notte ed il primo mattino, poi in attenuazione fino a risultare deboli/moderati da Nord-Ovest al pomeriggio, 5-25 km/h a 2000 m, 25-45 km/h a 3000 m.
Tendenza
giovedì 12. Al mattino perlopiù soleggiato, eccetto sulle Prealpi occidentali, dove la nuvolosità sarà maggiore. Al pomeriggio aumento della nuvolosità alta e medio-alta fino a molto nuvoloso ovunque entro la sera. Dalla serata possibili prime deboli precipitazioni sui Lessini (neve). Temperature in generale ripresa e venti da deboli a moderati occidentali in quota.
venerdì 13. Cielo da molto nuvoloso a coperto con graduale aumento del rischio precipitazioni, già presenti su alcuni settori prealpini tra la notte e il mattino, mentre saranno più probabili dalle ore centrali in poi sulle Dolomiti. Qualora dovessero verificarsi, sarebbero nevose fino nei fondovalle. Si tratterebbe in ogni caso di deboli o debolissime nevicate. Temperature minime in aumento e massime in calo. Venti da deboli a moderati da Sud-Ovest, in rotazione da Nord-Ovest, rinforzandosi al pomeriggio/sera.