bullismo
merkel pioggia



A soli 11 anni ha tentato di togliersi la vita. La triste vicenda è stata raccontata dal Corriere del Veneto e riguarda un bambino di Arzignano (Vicenza). A motivare una scelta così drammatica, che ha gettato lo sconcerto non solo ad Arzignano ma in tutto il Veneto, le continue angherie di compagni bulli. Il bambino è stato ricoverato in ospedale per 11 giorni seguito dalla mamma sconvolta. Ha inghiottito di nascosto degli farmaci antidepressivi prima di andare a scuola. Ad accorgersi che qualcosa non andava è stata proprio la mamma, quando il bimbo è ritornato. La conferma da parte di un’insegnante che l’ha chiamata per avvertirla che il ragazzino sembrava un po’ strano. Da qui il ricovero in ospedale dove ha raccontato di aver provato a togliersi la vita perché stanco delle angherie e degli insulti di alcuni compagni.

Scherzi e soprusi più o meno pesanti, dalle merendine pestate, allo zaino scarabocchiato ad altri dispetti pesanti. Una situazione insopportabile che il ragazzo ha tollerato per molto tempo, dalle scuole primarie alle medie, in silenzio. Dopo il ricovero al bambino è stato affiancato da psicoterapeuti ed ha potuto esternare il dolore e l’angoscia che teneva dentro. Ora l’attenzione si sposterà sui bulli che verranno identificati e puniti e della vicenda sono stati informati i carabinieri.

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE CURIOSE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO