old woman

Di certo non si aspettava un’accoglienza di questo tipo nel Paese del suo fidanzato (e in parte anche suo). Amara sorpresa per una giovane vicentina di origine marocchina, volata in Marocco per conoscere la famiglia del suo partner e rapita a scopo di estorsione. I Carabinieri del Ros di Milano hanno eseguito un decreto di fermo, emesso dalla Procura Distrettuale Antimafia di Venezia nei confronti di Chouichou Hamid, cittadino marocchino che è indagato per sequestro a scopo di estorsione di una cittadina italiana di origini marocchine. A fare scattare le indagini del Ros e il provvedimento, la denuncia presentata lo scorso 30 novembre ai Carabinieri di Treviglio (Bergamo), dai familiari della vittima. Si tratta di una giovane donna residente in provincia di Vicenza che era andata in Marocco per conoscere i genitori del fidanzato, un marocchino residente in Italia.

 

 

Era una trappola. Il 29 novembre la giovane è stata sequestrata proprio dal fidanzato e da due complici con lo scopo di ottenere un riscatto per la liberazione dalla famiglia. La richiesta era 70.000 euro. Le investigazioni, condotte dal Carabinieri del Ros in stretta collaborazione con la polizia del Marocco hanno consentito l’individuazione e l’arresto dei sequestratori e la liberazione della donna.

PER ESSERE AGGIORNATO ADERISCI AL GRUPPO FACEBOOK “NOTIZIE VENETE CURIOSE” OPPURE VAI ALLA PAGINA FACEBOOK DI VENETIANPOST E RESTA AGGIORNATO