Per essere aggiornati sulle notizie e le curiosità del Triveneto iscriviti al gruppo “VENETO NOTIZIE”, oppure clicca ‘mi piace’ sulla pagina Facebook di VENETIANPOST



Per alcune frasi razziste pubblicate su Facebook in estate contro i migranti (“almeno morissero tutti”, “Bisogna ucciderli tutti”, “Speriamo che affoghino tutti… che non se ne salvi nessuno”, una professoressa 59enne di inglese del liceo classico Marco Polo di Venezia è stata ora licenziata. Il ministero ha deciso che il comportamento di Fiorenza Pontini non era compatibile con l’insegnamento e l’ha bloccata. In precedenza la stessa insegnante era stata sospesa due mesi quando, allora insegnante in un altra scuola veneziana, aveva insultato un meridionale. Il caso, come ricorda il Gazzettino, aveva mobilitato mezza Italia: la scuola era stata visitata dal presidente della Camera Laura Boldrini, dal prefetto di Venezia e vi avevano fatto incursione persino le Iene dell’omonima trasmissione televisiva.
Ecco uno dei post pubblicati quest’estate poco dopo la fine delle lezioni: “A poi ho torto quando dico che bisogna eliminare i bambini dei mussulmani perché tanto sono tutti delinquenti”. Poi il 7 agosto, nel periodo in cui i barconi di migranti affrontano il mare, le persone muoiono nel tragitto, la cronaca parla di sbarchi, la prof incalza, scrive più spesso. “Bruciateli vivi”, “ammazzateli tutti”. Il 18 agosto si sfoga con un “almeno morissero tutti”, e due giorni dopo “Mi dispiace che qualche profugo si salva”.

PER ESSERE AGGIORNATO ISCRIVITI AL GRUPPO FACEBOOK: VENETO NOTIZIE




Nel suo profilo anche foto di Mussolini, locandine fasciste, insulti a Matteo Renzi, alla moglie Agnese, al sindaco di Venezia Luigi Brugnaro e a Laura Boldrini. Il 20 agosto la definisce “Schifosa, puttana, troia”.

Ecco un post:
post facebook